×

Avviso

Non ci sono cétégorie

Ha anticipato 330mila euro di lavori. "Linea Informatica" non ce la fa più a portare avanti i lavori per la scuola antisismica di Colleatterrato senza il pagamento degli stati di avanzamento dell'opera da parte del Comune. Da oggi, dunque, il cantiere chiuderà i battenti annuncia al quotidiano Il Centro l'imprenditore Ennio Abbatescianni. «Faremo solo la disarmatura dell'ultimo solaio realizzato e un po' di pulizia», annuncia Abbatescianni, «ma dobbiamo sospendere l'intervento». La ditta deve ancora ricevere la liquidazione di tre dei cinque Sal (stati di avanzamento lavori) presentati all'ente per un totale di circa 200mila euro relativi al corpo principale della nuova scuola materna.A questi si aggiungono i 130mila euro spesi per il secondo lotto, destinato a ospitare la mensa e locali di servizio, il cui allestimento è stato affidato a "Linea Informatica" in quanto affidato al primo ma per il quale manca ancora la firma del contratto. «I due interventi sono collegati tra loro», precisa Abbatesciani, «non potremmo completare quello principale se non avessimo avviato il secondario. Eppure in sede di affidamento dell'incarico mi era stato assicurato che i fondi regionali destinati a finanziare l'intervento erano già in cassa», tiene a precisare Abbatescianni, «l'ufficio tecnico è stato sempre disponibile e pronto, il problema della mancata liquidazione dei Sal però resta irrisolto». Sta di fatto, comunque, che a un anno e mezzo dall'affidamento dei lavori l'ente ha pagato solo le prime due rate. Tanto che Abbatescianni nei giorni scorsi ha messo in mora l'ente, annunciando la sospensione dei lavori fino all'eventuale rescissione del contratto con relativa richiesta di risarcimento danni per gli interventi realizzati e non pagati. Sarà il prossimo sindaco che verrà a dover risolvere questo problema non da poco.

Attualità

Cronaca

Politica

Sanità

Sport

Elezioni