R+News Diretta Streaming

Diretta Live Streaming

chiudi
×

Avviso

Non ci sono cétégorie

Nuove opportunità di finanziamento offerte dalla Regione Abruzzo al Porto peschereccio di Giulianova nell’ambito della Programmazione FEAMP 2014/2020: per il primo bando emanato dalla regione Abruzzo, sono già stati concessi finanziamenti per oltre € 954.000 ed è prossimo il finanziamento di ulteriori linee di intervento nel Porto peschereccio, per un ammontare di oltre € 392.000, pari al 100% della spesa prevista.
Si tratta di interventi attesi da tempo, in quanto finalizzati all’ammodernamento dell’area portuale interessata dalle attività di pesca che produrranno importanti effetti anche sul miglioramento delle condizioni di sicurezza dei lavoratori.
"Inizia la fase operativa - spiega l'assessore Dino Pepe – e dopo l’importante lavoro burocratico, riusciamo a dare risposte concrete agli operatori che ci chiedono insistentemente il miglioramento delle infrastrutture portuali. Qualità, controllo e tracciabilità dei prodotti sbarcati, interventi per migliorare la sicurezza e le condizioni di lavoro dei pescatori, per contribuire alla protezione dell’ambiente anche attraverso investimenti destinati a strutture per la raccolta di scarti e rifiuti marini. Finalmente queste tematiche non saranno soltanto “principi di impegno” ma declinazioni concrete delle esigenze dei territori e degli operatori da sempre legati da un rapporto simbiotico.
Gli interventi previsti per il primo bando riguardano: la costruzione di nuove tettoie per il deposito degli attrezzi da parte dei pescatori e per il rimessaggio delle reti, la costruzione di nuovi servizi igienici, l’adeguamento delle torri faro, il potenziamento dell’impianto di videosorveglianza, la realizzazione di isole ecologiche per la raccolta dei rifiuti marini.
Per il secondo bando sono previsti interventi quali: la manutenzione straordinaria del muro paraonde (intervento sollecitato anche dalla locale Capitaneria marittima di Giulianova per ragioni di sicurezza degli operatori della pesca), la sistemazione dello scalo di alaggio del molo nord, la realizzazione di bitte di ormeggio per le barche di grandi dimensioni, la sostituzione dei fari marini, il rifacimento dell’asfalto ammalorato nell’area in cui operano i lavoratori della pesca.

Attualità

Cronaca

Politica

Sanità

Sport

Elezioni