Attualità

VIDEO / M5S: “L’87%DELLE SCUOLE TERAMANE NON È A NORMA”. E SULLA LOCATION STADIO:”IL COMUNE SI RIFIUTI DI PAGARE”

A settembre 2016 ben l’87% delle scuole teramane non era a norma. Quasi il 90%, e poco più dell’80% a livello provinciale.”E tutti lo sapevano benissimo…”: lo denuncia l’onorevole pentastellato Gianluca Vacca a Teramo. Giovedì il ministro Fedeli risponderà in Commissione alle sollecitazioni del Movimento Cinque Stelle. Diverse le proposte di emendamento al decreto post sisma e post emergenza neve: “Fare in modo che nel breve periodo i nostri ragazzi possano studiare in luoghi sicuri, a norma, individuando locali pubblici esistenti ed entro due tre anni mettere a norma tutte le scuole”. E ancora:”Fare in modo che ci sia una possibilità di accedere, per le famiglie, ad una scheda di certificazione dello stato di salute delle nostre scuole”. Il decreto inizierà ad essere discusso dalla prossima settimana. Vacca ribadisce che va fatto un censimento immediato dei locali pubblici esistenti e a norma a Teramo. E intanto i mesi comunque passano per gli studenti, quasi ormai a pochi mesi dalla fine dell’anno scolastico. Il Movimento suggerisce anche i moduli provvisori per trasferire gli studenti nell’immediato. Interviene il consigliere regionale Riccardo Mercante:”Non si può perennemente ritrovarsi in una situazione di emergenza…La rincorriamo di continuo e non se ne può più”. Il Movimento proporrà emendamenti “per allargare il cratere sismico…é inaccettabile che Comuni teramani siano rimasti esclusi”. Sott’accusa “l’estromissione del Consiglio comunale di Teramo, per volontà del sindaco Brucchi, da ogni forma di confronto sulla situazione delle scuole”. E si propone al Comune di attivare una piattaforma broadcast di comunicazione ed informazione per i cittadini:”Già accade a Montesilvano ad esempio, le informazioni indispensabili per i cittadini in determinate situazioni di emergenza tramite messaggini su WhatsApp o Telegram ad esempio…È assurdo che si sia affidato tutto solo ai post di Facebook del sindaco”. Una piattaforma da estendere anche ad altri Comuni, a cominciare da Bellante (presente la consigliera Terzilli) e si richiederà ufficialmente l’adozione di questo sistema in Provincia. Da domani, fa sapere il consigliere del Comune di Teramo Fabio Berardini, partirà la raccolta firme per far convocare a Verna una commissione di vigilanza per conoscere e capire cosa è accaduto e costa sta accadendo nelle scuole:”Il Pd evidentemente ha altre priorità visto che non intende convocarla”. Infine Berardini chiede che il Comune si rifiuti di pagare un affitto al concessionario dei locali sotto lo stadio di Piano d’Accio:”Non possiamo andare a fare il solito regalo al privato…ci sembra un lucrare in una situazione di emergenza. Deve essere messo a disposizione gratuitamente, punto”.

GUARDA L’INTERVISTA ALL’ON.VACCA (CLICCA QUI)

img_7686

Categorie:Attualità, Cronaca

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...