Attualità

VIDEO-FOTO/ MOMENTI DI TENSIONE IN CONSIGLIO COMUNALE SULLA RACCOLTA FIRME PER RIPRISTINARE LA FIERA DELL’AGRICOLTURA IN CENTRO. BOTTA E RISPOSTA TRA BRUCCHI E LA CARDELLI SULLE SCUOLE SICURE, VERNA SI DIMETTE DALLA COMMISSIONE DI CONTROLLO. CANZIO ATTACCA CAMPANA E VICEVERSA. UN URBAN CENTER PER RIPENSARE TERAMO

20170223_164931 20170223_161818 20170223_161732Si è aperto con un minuto di silenzio in ricordo di Giovannino Pettinaro, il consiglio comunale di Teramo, che si è svolto in Provincia per l’inagibilità del Parco della Scienza. In aula, dopo l’approvazione del primo punto all’ordine del giorno, passato con 14 voti della maggioranza, c’erano i figli di Pettinaro. Momenti di tensione si sono registrati subito in aula, per l’ inserimento dell’ordine del giorno sulla fiera dell’Agricoltura, presentato dalla Lista Civica (Puglia e Campana) e da Fratelli D’Italia – An (Micheli). «Ci sono oltre 500 persone che vogliono la Fiera in centro, qui non stanno rispettando le oltre 500 persone per istitutire una commissione consiliare da affiancare al comitato fiera. Loro non rispettano neppure le firme raccolte dai cittadini e non vogliono confrontarsi con nessuno».

Il Presidente del consiglio comunale, dopo aver promesso in commissione di inserirlo ha deciso che se ne parlerà durante la seduta, e questa risposta ha fatto saltare i nervi a Puglia e a Campana.

L’Assessore Canzio attacca direttamente Guido Campana in merito alla fiera in centro ha detto: «Questa fiera ha una storicità che va mantenuta. Io non voglio fare l’evento a Piano D’Accio, per motivi elettorali come qualcuno ha detto. Non si può chiudere la città per quattro giorni. I mezzi di soccorso sono più agevolati. Una città come Teramo in questo momento merita il rispetto. Qualcuno forse su muove per fini personali….(poi fa riferimenti ad una vecchia iniziativa di Campana…attacca l’asino). Noi siamo un comune capoluogo e dobbiamo recupurerare la giusta attenzione verso Teramo. Nei giorni della fiera, il centro non rimarrà isolato, faremo una iniziativa importante. Io lascerò tutto pulito quando andrò via dopo aver risvegliato la voglia, solo così cresce la città e non facendo lavorare sempre le stesse persone…».

Sull’argomento è entrato anche il Sindaco: «Non serve una commissione speciale essendoci già un comitato fiera».

Campana ha poi replicato all’assessore Canzio: «Io non sarò offensivo come qualcun altro (Canzio). La nostra richiesta era solo per iniziare a parlare e a confrontarsi su questo evento. Io con la fiera Sindaco non ci ho mai guadagnato nulla e poi la mia porta è stata sempre aperta. Credo di aver fatto d’esempio a qualcuno. I commercianti sono venuti da me per organizzare qualcosa e mi chiamano sempre. Ci sono 500 firme e tra pochi mesi diversi commercianti potrebbero chiudere. Nessuno ci ha risposto ed avevamo chiesto solo di parlare…lo sappiamo come funziona perché se noi facevamo parte ancora della maggioranza potevamo parlare…io volevo fare una proposta concreta per la città».

Dodo Di Sabatino è intervenuto sull’argomento: «Guido non puoi fare quelle affermazioni altrimenti bisogna andare in Procura e denunciare».

Un argomento questo della fiera gestito in maniera pessima dal presidente del consiglio che ha dato la parola a chi la chiedeva senza una conduzione logica, prevista nello statuto.

L’ordine del giorno della lista civica è stato respinto.

E sull’argomento scuole sicure a Teramo, il Sindaco, in replica ad una interrogazione di Paola Cardelli, ha chiesto soluzioni veloci e finanziabili per dare risposte alle famiglie. «Io ho il dovere di fare le proposte e voi di votarle o di darmi delle alternative», ha spiegato Brucchi in aula. Il costo lo decide la Protezione Civile in base ai servizi. il riferimento è alle dichiarazioni venute fuori in questi giorni: «Bisogna evitare populismi con proposte che devono essere serie e alternative. Iniziamo a farle. Dobbiamo essere operativi e di risposte subito non tra un anno o tra sei mesi».

Sul polo scolastico a Piano D’Accio nella struttura di proprietà di Sabatino Cantagalli, il Sindaco su consiglio dei tecnici pensa di rivisitare la convenzione ed eventualmente acquistarla, se possibile. «Credo che noi dobbiamo attivare al più presto un Urban Center per ridiscutere e ripensare la nostra città. Un punto dove si possa ragionare per il futuro della città».

Verna si è dimesso oggi da Presidente della Commissione di Garanzia e Controllo. Il Pd indicherà il sostituto nei prossimi giorni.

  

IL VIDEO CON IL BREVE RICORDO DI PETTINARO

Categorie:Attualità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...