Attualità

TERREMOTO/ L’UPI PATROCINA LA MANIFESTAZIONE DEL 2 MARZO CON CHIETI E PESCARA

20170221_195230Tutto pronto per la manifestazione che si svolgerà a Roma il 2 marzo per porre all’attenzione dell’opinione pubblica, del Governo e del Parlamento la necessità di una modifica al cosiddetto Decreto Sisma e il riconoscimento di una specificità teramana rispetto alla concatenazione di eventi calamitosi: lo annuncia il presidente della Provincia di Teramo Renzo Di Sabatino, che ha organizzato l’evento, che vede il patrocinio dell’Upi, l’adesione degli enti di Chieti e Pescara e, tra gli altri, varie associazioni di categoria, i sindacati confederali e Anci Abruzzo. Una volta a Roma il corteo si dirigerà a Piazza Santi Apostoli e da lì una delegazione raggiungerà Montecitorio. Gli organizzatori inoltre stanno lavorando per ottenere un incontro con le presidenze di Camera e Senato per consegnare alcune proposte di modifica al decreto. “Vogliamo ricordare a chi ha responsabilità di Governo quanto siano urgenti e gravi le questioni delle quali ci stiamo occupando e quanto queste siano nodali per l’intero Paese”, ha dichiarato Di Sabatino. “Cerchiamo soluzioni a una crisi che rischia di attanagliare non solo Teramo, non solo l’Abruzzo ma un importante pezzo dell’Italia Centrale sommandosi – ha aggiunto – a una mai risolta ‘questione meridionale’ ponendo, di fatto, in una condizione di subalternità, un territorio che è stato per lunghi anni il cuore vivo dell’Appennino e un motore attivo per il Paese”.

A Teramo riunione conclusiva ed operativa stasera alle 18.30 in Provincia con il Sindaco di Teramo.

Categorie:Attualità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...