Attualità

DECRETO SISMA/ AREA POPOLARE PRESENTA UN PACCHETTO DI EMENDAMENTI A SOSTEGNO DEI SINDACI DEL TERRITORIO

“Abbiamo presentato un corposo pacchetto di emendamenti, circa ottanta, al decreto Terremoto. Ci sono tutti i presupposti perché i principali vengano accolti con un’ampia convergenza. Si tratta di proposte che fanno seguito anche agli incontri che gli amministratori del territorio abruzzese e teramano hanno avuto la scorsa settimana con le rappresentazioni istituzionali, sia parlamentari che governative”. E’ quanto dichiara il deputato abruzzese Paolo Tancredi, capogruppo di Area popolare in commissione Bilancio alla Camera.
“Tra gli emendamenti più qualificanti – prosegue – quello che consente la possibilità di ottenere il riconoscimento del cosiddetto ‘danno integrato’, ovvero il danno plurimo causato dal sisma, dalla precipitazioni atmosferiche, dall’interruzione del pubblico servizio e, in alcuni casi, anche dal dissesto idrogeologico, consentendo dunque la ‘cumulabilità’ del danno. Abbiamo chiesto poi la costituzione di una zona economica speciale (Zes) per l’area del Parco del Gran Sasso, al fine di rilanciare l’economia locale, e l’accelerazione della spesa dei fondi per la messa in sicurezza delle scuole e per l’edilizia scolastica. Proponiamo inoltre di ampliare il ‘cratere’ inserendo altri Comuni, che hanno avuto danni o ripercussioni dal terremoto, tra quelli che possono beneficiare delle misure previste dal decreto. Vogliamo dare ai privati, in attesa dei moduli abitativi, la possibilità di ricostruirsi una casetta amovibile senza la necessità di effettuare prima la Scia e prevediamo anche un indennizzo per il danno lieve. Sul piano prettamente finanziario – aggiunge Tancredi – prevediamo il recupero delle somme di bilancio, già stanziate, per evitare che vengano inutilmente perse, e l’ampliamento delle esenzioni fiscali, sia della durata che del numero. Infine, vogliamo consentire che la Regione Abruzzo possa rimodulare le risorse comunitarie, in modo da svincolare alcune spese previste per altri capitoli e destinarle all’emergenza e al rilancio dell’economia locale”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...