Attualità

GIUNTA BRUCCHI QUATER/ CAMPANA, DI GIOVANGIACOMO E PUGLIA: «NULLA DI SORPRENDENTE. IL VERO PROBLEMA E’ LA MANCANZA DI PROGETTUALITA’ PER LA CITTA’»

«Nulla di sorprendente! Ciò che è accaduto con l’ennesimo rimpasto e allargamento di giunta è perfettamente in linea con la storia di questa amministrazione e con le vicende che l’hanno caratterizzata.
La questione non è e non può ridursi semplicemente al numero degli assessori, o l’allargamento della giunta (peraltro di indubbio e negativo impatto considerato il collasso del bilancio dell’ente e la mancanza di risorse per i servizi basilari).
Infatti il numero degli assessori ha un senso se sono funzionali alla realizzazione di un progetto per la città e al conseguimento di obiettivi strutturali e positivi per la comunità, giacché la giunta deve essere infatti il mezzo, lo strumento per raggiungere il fine che la maggioranza si è prefissata». Lo scrivono in una nota: Guido Campana, Giorgio Di Giovangiacomo e
Angelo Puglia della Lista Civica al Centro per Teramo che avevano condiviso una parte del percorso con il Brucchi Bis prima che Di Giovangiacomo da assessore si dimise e prima che Campana e Puglia decidessero di non appoggiare più questa maggioranza.
«Il vero problema è quando, come in questo caso, in assenza di un interesse e di una progettualità condivisa per una idea qualificante di città, il mezzo, con i suoi accomodamenti, con i suoi equilibrismi per accontentare i partecipanti, con le sue manovre di palazzo, con le sue ripartizioni, diventa il fine dell’attività dell’amministrazione.
Tra l’altro il metodo e gli argomenti utilizzati, in questo caso, sono di pessimo gusto: utilizzare infatti strumentalmente il terremoto e le esigenze ad esso correlate per giustificare la manovra è veramente offensivo nei confronti della comunità e delle difficolta che sta passando a causa del sisma.
Noi denunciammo la perdita di vista dello sviluppo della città come obiettivo primario e condiviso, e di come la maggioranza si stesse sempre più avviluppando in una logica di autoreferenzialità ma, inascoltati, conseguentemente e coerentemente uscimmo dalla maggioranza rinunciando a ruoli di governo e di potere politico.
Mai scelta ci rese più orgogliosi alla verifica dei fatti.
Giudicheranno i cittadini sull’attività di questa maggioranza e di questa giunta, sull’arretramento inesorabile che questa città ha avuto, sui comportamenti e sulle coerenze di chi ha detto e poi contraddetto, di chi si è riempito la bocca di nobili intendimenti e poi li ha rinnegati al cospetto di gratificazioni individuali, sull’attività politico amministrativa e sulle azioni poste in essere.
Noi l’abbiamo già fatto e siamo stati e saremo coerentemente consequenziali, rinnovando il nostro impegno per la città e per un progetto serio e qualificante per la comunità che – ribadendolo ancora una volta, non potrà che essere in netta discontinuità con la negativa esperienza di questa amministrazione», concludono Campana, Di Giovangiacomo e Puglia.

Categorie:Attualità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...