Attualità

ACQUA CONTAMINATA DEL RUZZO/ SINISTRA ITALIANA PRESENTA INTERROGAZIONE PARLAMENTARE: «SERVONO RISPOSTE»

La breve nota della Ruzzo reti sulla non potabilità dell’acqua del Gran Sasso fino a nuove disposizioni ha generato preoccupazione e forti disagi ai cittadini dei comuni del teramano (con lunghe file ai supermercati e scaffali svuotati nel giro di poco tempo)  ed è solo l’ultimo episodio di una lunga serie di criticità, sono anni ormai (dal primo caso di inquinamento nel 2002) che invece di fare prevenzione si rincorrono le emergenze e non si ricercano responsabilità e trasparenza. Trasparenza assolutamente mancata nell’informare tempestivamente la cittadinanza al netto dello stringato comunicato online sul sito del Ruzzo a cui non è seguita per diverse ore una doverosa diffusione capillare della notizia per permettere  alle famiglie e alle attività di organizzarsi. Stiamo parlando della salute dei cittadini e della qualità delle acque, elementi imprescindibili di una comunità che ogni ente preposto (dall’acquedotto alle principali istituzioni) ha il dovere di tutelare e perseguire. Come Sinistra Italiana regionale e provinciale ci uniamo alla richiesta di chiarezza  arrivata delle associazioni (dal Wwf al Forum Acqua) che da anni si battono per maggiori controlli ed efficienza e presenteremo a livello parlamentare un’apposita interrogazione tramite la nostra deputata Serena Pellegrino (vice-presidente commissione Ambiente).

Daniele Licheri – Segretario regionale Sinistra Italiana Abruzzo
Stefano Ciccantelli – Segretario provinciale Sinistra Italiana Teramo

1 risposta »

  1. È di una gravità unica quanto accaduto;
    È un comportamento omertoso e mafioso quello del gestore e anche delle autorità preposte alla tutetela e sicurezza della salute dei cittadini;
    Casi di questo genere devono essere tratrati secondo precisi protocolli informativi stabiliti dalle norme e non attraverso tam tam sui social e similarari
    È una vergogna!!!
    Dove sono le istituzioni pteposte alla nostra tutela? …
    La cosa è ancira più grave perché non è la prima volta ma casivdel genere risalgono a 15 anni fa, salvo altri episodi noscosti da questa bella e brava gente che npi paghiamo profumatamente per tutelarci.
    TUTTI A CASA INCAPACI E …

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...