Attualità

AI TIGLI A TERAMO/ IL COMUNE HA DECISO DI SPENDERE 24 MILA EURO E SISTEMARE LA PAVIMENTAZIONE IN LEGNO CON QUELLA IN PORFIDO, TONINO CERQUONI AVREBBE FATTO IL LAVORO GRATUITAMENTE

C’è voluto tempo ma alla fine è riuscita a farcela l’assessore Mario Cozzi ed è arrivata l’annunciazione dopo la denuncia pubblica di un cittadino teramano. Ed è giunto la nota del Comune che dice: «CozziLa finalità dell’attività è stata di valutare soluzioni definitive, omettendo di ricorrere a pur facili espedienti rapidi e risolutivi che però si sarebbero rivelati nel tempo sbagliati, vista la naturale e inevitabile riproposizione delle cause che hanno determinato la situazione nota.

Alla luce di ciò, l’Assessore Cozzi ha contattato la ditta che una decina di anni addietro realizzò l’intervento e lo stesso progettista, chiedendo di studiare e proporre le opportune soluzioni.
Così, dal tecnico interessato, sono pervenute in Municipio le proposte per la rimodulazione dell’area, in chiave di omogeneità con la pavimentazione esistente e di durata di quella da inserire.

La prossima settimana, pertanto, prenderanno il via i lavori di ripavimentazione in porfido dell’area indicata, per un importo di 24.000 euro,  e nel breve termine di alcuni giorni, la questione avrà trovato definitiva soluzione». In questa aree ci hanno raccontato oggi alcuni cittadini cadono ogni giorno una decina di persone per l’incuria del comune.
E pensare che un mobiliere teramano Tonino Cerquoni ha oggi proposto di sistemare la pavimentazione gratuitamente…il Comune invece, ha preferito spendere soldi nostri. Normale o no?

LEGGI ANCHE QUESTO ARTICOLO

Categorie:Attualità

6 risposte »

  1. Prima si fanno progetti, si approvano e si realizzano, senza prevedere la manutenzione.
    Si sapeva che il legno avrebbe avuto bisogno di manutenzione e rispetto negli anni.
    Invece no, anni senza manutenzione aspettando che si sfaldasse tutto per poi snaturare il progetto iniziale e spendere € 24.000.
    Però è stato fatto un grande salto, questo è da ammettere…..qualcuno in precedenza avrebbe asfaltato tutto !!!!!

  2. Cerquoni rimetteva il legno, che e` figo in camera da letto ma assurdo in una strada ,solo che l`architetto che fu pagato per questa opera “effimera”dovrebbe restituire i soldi o fare l`aggiustamento gratis.

  3. In molte città del mondo esistono abbellimenti urbanistici lignei, intesi per motivi estetici (contrasti tra materiali legno,pietra) o di concordanza con il paesaggio (non dimentichiamoci che i tigli sarebbero un giardino).
    Il legno viene addirittura utilizzato nelle barche, essì che di acqua e di sale le imbarcazioni ne vedono…

    L’unico problema è la manutenzione. Anzi, la sua mancanza!

    Non ha senso progettare un ammodernamento se poi lo si lascia in balìa delle avversità meteorologiche, così come è quanto meno deludente per un’amministrazione cambiare direttamente il materiale anziché impegnarsi per manutenere quello già presente.
    Tanto vale cementare il parchetto fluviale, giacché ci costa tagliarne l’erba.

    La città perde, quotidianamente. Passo dopo passo.

  4. Esatto le opere hanno bisogno di manutenzione, non si può attendere che si distruggano per poi rifarle ex nuovo. Vedasi parchi giochi, e arredi vari a piazza sant’anna o al parco fluviale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...