Attualità

APPALTI SCOLASTICI ABRUZZESI/ RIUNIONE CON REGIONE, UFFICIO SCOLASTICO, INPS, PROVINCE E SINDACATI

In data 24 Maggio 2017 si è tenuta una riunione convocata, a seguito dello sciopero del      19 maggio, dal Vice Presidente della Regione Abruzzo con tutte le parti interessate alla vertenza riguardante gli appalti scolastici abruzzesi, che coinvolge oltre 750 addetti.

Alla riunione erano presenti oltre all’On. Lolli, le Amministrazioni Provinciali, l’INPS Regionale, l’Ufficio Scolastico Regionale, le imprese, oltre alle OO.SS. e una nutrita delegazione di lavoratori.

Le OO.SS. hanno denunciato le condizioni divenute insostenibili per i circa 750 addetti.

In particolare hanno rivendicato il rispetto dei contenuti degli accordi governativi a partire dal 28 Marzo 2014, laddove si istituivano progetti finalizzati alla salvaguardia dei livelli occupazionali e reddituali degli addetti, attraverso il finanziamento del progetto “scuole belle” nella misura pari a colmare la differenza tra le ore CONSIP e le ore contrattuali, stigmatizzando l’atteggiamento di quelle imprese che non hanno di fatto garantito, o che non dovessero garantire, il salario ai propri dipendenti indebitando i lavoratori con monte ore ferie/permessi/banca ore imposte e difficilmente recuperabili.

In tal senso le OO.SS. hanno ribadito con fermezza che ai lavoratori tutti non dovrà essere operata alcuna trattenuta sul salario anche se al 31 Agosto 2017 non dovessero essere recuperate tutte le ore in debito; la Regione Abruzzo ha pienamente accolto questa istanza sindacale sottolineando lo spirito sociale del programma scuole belle.

Le OO.SS. hanno altresì invitato l’Ufficio Scolastico Regionale ad attivarsi con urgenza al fine di sollecitare ogni singolo Istituto Scolastico ad acquistare i servizi per dare inizio ai lavori e completarli entro il 31 Agosto c.a., chiedendo, ed ottenendo, la disponibilità dell’Ufficio a monitorare i flussi e la gestione dei finanziamenti previsti.

Le OO.SS. hanno invitato in ultimo l’INPS ad attivarsi, oltre le normali strette competenze, in maniera tale che il FIS da Dicembre ’16 ad Aprile ’17 sia erogato con la massima tempestività.

L’Ufficio Scolastico Regionale, nel rendersi disponibile ad un attento monitoraggio su quanto richiesto, ha evidenziato la criticità del territorio teramano rispetto all’acquisto dei servizi, condizionato dalla situazione strutturale delle scuole dopo gli eventi calamitosi dei mesi scorsi. Su detta problematica la Provincia di Teramo ha assunto l’impegno di convocare un tavolo con Sindaci e Scuole finalizzato a risolvere le criticità.

A completamento delle verifiche sui finanziamenti da parte dell’Ufficio Scolastico Regionale, e comunque entro il 15 Giugno circa, la Regione convocherà nuovamente le parti.

Categorie:Attualità

Con tag:

1 risposta »

  1. Riconoscimento degli anni di lavoro prestati nelle scuole per l’inserimento nelle graduatorie del personale Ata questa è la vera soluzione al problema è che farebbe risparmiare quasi 60 milioni di euro l’anno allo stato ed al contempo darebbe VERA dignità alle lavoratrici ed ai lavoratori. Ma la triplice sindacale fa MURO forse per altri interessi…..è purtroppo ancora c’è chi crede a costoro le cui RESPONSABILITÀ sono sotto gli occhi di tutti i sindacati così come sono non hanno più ragione di esistere .Non dimentichiamo I lavoratori di Almaviva che fine hanno fatto e quelli Alitalia erano per quella via ma hanno reagito e ragionato con la propria testa ed intanto sono ancora lì poi vedremo….il tempo è sempre stato galantuomo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...