Attualità

BRUCCHI SULL’ORLO DI UNA CRISI DI NERVI

La Commissione Urbanistica svoltasi ieri pomeriggio ha restituito l’immagine di un Sindaco decisamente in affanno e sull’orlo di una crisi di nervi.
Un Sindaco che, oramai rimasto solo, cerca di scaricare i propri fallimenti su altri, non avendo alcuna idea reale e concreta di come sostenere i cittadini e rilanciare la Città.
Difatti anche lo stesso On. Paolo Tancredi, nella sua intervista, taccia di “interessi biechi” alcuni consiglieri di maggioranza.
Durante la Commissione, inoltre, il Sindaco ha goffamente tentato di impedire al nostro Consigliere Fabio Berardini, la divulgazione dello schema di progetto che l’Amministrazione proporrà per il polo scolastico alla San Giuseppe. Tutto ciò in piena violazione dei più elementari principi di trasparenza che regolano l’azione amministrativa che, di recente, sono stati ribaditi con il D.Lgs. 97/2016 il quale ha ampliato notevolmente tale principio, prevendendo una nuova, ed ancor più penetrante forma di accesso agli atti: l’accesso generalizzato (c.d. FOIA).
Il Sindaco, data la sua professione medica, probabilmente ignora che i consiglieri comunali hanno diritto di visionare tutti gli atti della pubblica amministrazione che sono utili all’espletamento del proprio mandato. Altresì ignora, probabilmente, che gli atti discussi all’interno di una Commissione consigliare sono atti pubblici e di per sé dovrebbero già essere inviati ai consiglieri comunali affinchè ne prendessero visione.
Da tempo, però, siamo abituati ad una Amministrazione ostile alla divulgazione dei documenti per paura di una penetrante forma di controllo, la quale vuole essere evitata ad ogni costo.

Il fatto che il Sindaco Brucchi sia totalmente avulso dai reali problemi dei teramani e della Città di Teramo si evince chiaramente dalla proposta fatta durante la Commissione: una delle priorità da inserire nel Masterplan sarebbe una ennesima rotonda da realizzare a San Nicolo finanziata con 1,6 MILIONI DI EURO.
A questo punto appare evidente che questa Amministrazione, attraverso questa proposta, ha il chiaro intento die continuare a prendere in giro tutti quei cittadini in difficoltà e che non arrivano a fine mese.

Il Movimento 5 Stelle propone, invece, una rimodulazione del Masterplan (visto che è possibile modificarlo), prevedendo lo stanziamento di risorse per interventi di sostegno al reddito e formazione professionale, con reinserimento nel circuito produttivo locale. Questi interventi sono gli unici in grado di rilanciare il territorio e salvarlo dalla desertificazione economica e sociale.

Movimento 5 Stelle Teramo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...