Attualità

CASO ALOISI/ I LIBERALSOCIALISTI DI ROSETO: «BASITI DAL COMPORTAMENTO DEL CONSIGLIERE COMUNALE»

«Purtroppo in questi ultimi giorni abbiamo scoperto, nostro malgrado, che
esiste una parità di genere di destra e una di sinistra, con diversi
principi e sfumature che si possono adattare caso per caso, a seconda di
chi sia a compiere un determinato gesto!
Come donna, madre, professionista, segretario del secondo partito della
nostra cittadina, ma soprattutto come ex componente della Commissione Pari
Opportunità della Provincia di Teramo non posso che restare basita dal
comportamento di Simone Aloisi, Consigliere Comunale nonché Segretario del
PD di Roseto, un partito che storicamente si è sempre impegnato in prima
linea su certi temi, che ha postato sul proprio profilo social una foto con
cui palesemente si svilisce la donna, trasformandola in un mero oggetto
sessuale attraverso lo sbandieramento del suo “fondoschiena” che fa bella
mostra accanto alla faccia sorridente dello stesso».

Lo scrive in una nota Toriella Iezzi, segretario Liberalsocialisti Roseto degli Abruzzi che prosegue:

«Resto poi ancora più esterrefatta dalla dichiarazione della Presidente
della Cpo di Roseto, Sabrina Di Furia, che con un comunicato blando e di
scarsi contenuti è sembrata quasi giustificare il suo comportamento,
limitandosi a una velata ammonizione, il tutto peraltro inviato senza
confrontarsi con le altre componenti della commissione ed utilizzando il
simbolo della Cpo, cosa gravissima per un organo collegiale.
E che dire poi dell’imbarazzante silenzio della Cpo della Provincia di
Teramo la quale, evidentemente come la Di Furia, ritiene di poco conto tale
comportamento se a farlo è un Consigliere del PD rispetto a quello di un
membro di un partito.
Forse qualcuno ha dimenticato cosa scrissero la Cpo provinciale e quella
locale, poco più di un anno fa, riguardo al comportamento sessista
dall’allora Consigliere rosetano Antonio Norante. E non ditemi che le due
uscite non risultano parimenti inopportune e da censurare come sta cercando
di far passare qualcuno che, in maniera evidente, punta solo a giochi
politici ed a salvare il buon nome del suo partito.
A tal proposito mi chiedo cosa ne pensi la Consigliera Teresa Ginoble che,
lo scorso anno, fu vittima di un comportamento così odioso. Vorrei sentire
il suo pensiero di donna e politico. Sono infatti certa che lei per prima
non possa non condannare l’uscita del suo giovane compagno di partito e non
farà mancare, nel prossimo Consiglio Comunale di giovedì sera, le sue
parole di biasimo chiedendo un Intervento diretto del suo partito per
censurare tali inqualificabili comportamenti», conclude Toriella Iezzi.

Categorie:Attualità

Con tag:,

1 risposta »

  1. Non c’è nesso tra l’episodio di Norante-Ginoble a quello del consigliere Aloisi.
    Norante ha espresso la sua idea di donna alla Ginoble che ha subito l’attacco.
    Invece la ragazza in foto ha partecipato (penso) in modo consapevole, forse esibizionistico, con Aloisi.
    Aloisi non ha svilito nessuno al di fuori di se stesso come consigliere.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...