Attualità

LA FESTA DELLA MUSICA OLTREPASSA I CANCELLI DI CASTROGNO

La Direzione Casa Circondariale di Teramo ha programmato in data 21.06.17 l’allestimento di un evento musicale prevedendo la partecipazione di alcuni rappresentanti degli organi di stampa.
L’istituto penitenziario teramano grazie alla collaborazione con l’ Istituto Statale Superiore di Studi musicali e coreutici GAETANO BRAGA di Teramo ha inteso aderire alla Festa della MUSICA che si terrà a livello nazionale il 21 p.v. in tanti Comuni e penitenziari della penisola.
L’iniziativa rientra in un progetto annuale più ampio ed ambizioso promosso dall’Istituto Braga che coinvolge in più occasioni i detenuti di Castrogno al pari di altre realtà sociali della Provincia teramana. Così la musica si inserisce nell’istituto penitenziario lavorando sul detenuto, con il fine di ricondurlo a uno stato di equilibrio psico-fisico perso o mai posseduto, necessario al suo benessere e soprattutto a un suo reinserimento positivo nella società. La musicoterapia, inserendosi dapprima come attività culturale e ricreativa e in un secondo momento come vera e propria terapia, rieduca il recluso armonizzando le sue capacità cognitive, affettive e relazionali. In tal modo lo prepara a reintegrarsi nella collettività attraverso il rispetto di regole e processi socio-relazionali, a completamento del trattamento rieducativo ulteriormente applicato durante lo stato di detenzione.
L’obiettivo del progetto BRAGA PER IL SOCIALE è quello di creare attraverso il “far musica” un clima non conflittuale e non competitivo nel quale trovare nuovi modelli relazionali improntati alla cooperazione e alla condivisione empatica.
I l 21 giugno si darà la possibilità ad un gruppo di detenuti di esibirsi attraverso il canto e/o lo strumento suonato, singolarmente o in gruppo, supportati dalla band composta da docenti del Conservatorio.
All’evento saranno invitati a partecipare le autorità locali, i dirigenti scolastici, i docenti e tutti i volontari che collaborano con la Direzione in quanto vuole essere un’occasione festosa e un momento di scambio interculturale e confronto sulle offerte trattamentali. In tale circostanza sarà presentato il libro scritto da Salvatore D’Ascenzo, I NUMERI DISPARI SONO DI TROPPO, elaborato durante la realizzazione del progetto carcerario sulla lettura e scrittura creativa rivolto ai detenuti della PRIMA SEZIONE.

Categorie:Attualità

Con tag:,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...