Attualità

IL PASSAGGIO DEL MARTELLETTO DEL ROTARY CLUB TERAMO AD UMBERTO CANTARELLI

Anche quest’anno il Rotary Club Teramo, nel mese di giugno, ha celebrato il passaggio del martelletto, giunto ormai alla sua sessantesima edizione, presso il Ristorante “Villa San Marco” di Tortoreto Lido.
Alla presenza di autorità rotariane, politiche e civili, il Presidente 2016/2017, Serafina Garbati, ha aperto la cerimonia con la presentazione di due nuovi soci, l’imprenditrice Maria Ragionieri, presentata dal socio Tommaso Navarra, ed il notaio Luca Vitale, presentato dalla socia Daniela Tondini; ha poi proseguito relazionando sulle varie attività svolte, nonché sui progetti di servizio realizzati nel corso del suo anno di presidenza, un anno, peraltro, segnato da eventi straordinari che hanno gravemente ferito il nostro territorio, ed evidenziando come l’azione del Club, ispirata sempre ai valori rotariani, primo fra tutti l’impegno a servire l’umanità al di sopra di ogni interesse personale, sia stata finalizzata soprattutto all’aiuto verso i più deboli e alla diffusione di pratiche di vita basate sulla comprensione, sulla tolleranza e sull’amicizia, anche per pervenire ad una pacifica convivenza.

Nell’ambito dei progetti realizzati dal Club teramano, ha ricordato il Premio di laurea “A. Aiardi”, il Premio alla carriera “Il Polittico”, il progetto “Scegli il tuo futuro”, finalizzato ad orientare professionalmente gli studenti delle ultime classi del Liceo “Delfico-Montauti” e del Liceo Scientifico “Delfico” di Teramo; la pubblicazione del volume “Il Convento di S. Bernardino a Campli” contenente il progetto di restauro, con ipotesi di riutilizzo, di un importante monumento storico teramano. Il “Progetto Virgilio”, di aiuto alle popolazioni della zona montana colpita dal sisma e da eventi metereologici avversi, è stato, infine, ideato nel corso dell’anno, in virtù proprio del principio di flessibilità del piano direttivo di Club: si tratta di un progetto, che proseguirà anche negli anni successivi, finalizzato ad aiutare, con il supporto di tutor, ovvero di soci del Club, esperti in gestione di impresa e in informatica, le imprese in sofferenza a ripartire ed i giovani a creare proprie startup. A tal riguardo, il Club teramano ha già effettuato incontri con le autorità locali e con gli imprenditori agricoli per rilevarne i bisogni; al Comune di Valle Castellana, inoltre, è stato destinato anche un aiuto economico per favorire la ripresa delle attività produttive agro-silvo- pastorali.

Numerose, poi, sono state le conviviali organizzate nel corso dell’anno, tutte di notevole interesse con tematiche sempre attinenti ai bisogni della nostra comunità, al fine di creare stimoli nei confronti delle istituzioni locali e dei cittadini stessi.

Il Club di Teramo, infine, è stato l’organizzatore, insieme agli altri Club del teramano, della XXXIV assemblea distrettuale, e, insieme al comitato organizzatore permanente distrettuale, del XXX Campus disabili.

Al termine della sua relazione, il Presidente ha ringraziato l’intero Consiglio Direttivo e tutti i soci che si sono adoperati per la buona riuscita dei vari eventi; ad alcuni di loro, Domenica Arangiaro, Angelo Di Carlo, Adelmo Marino e Daniela Tondini, è stata attribuita la più alta onorificenza del Rotary,

ovvero il Paul Harris Fellow, in segno di “apprezzamento e riconoscenza per il loro tangibile e significativo apporto nel promuovere una migliore comprensione reciproca e amichevoli relazioni fra popoli di tutto il mondo”.

Dopo il passaggio del collare, Serafina Garbati ha augurato buon lavoro al nuovo Presidente Umberto Cantarelli, esprimendogli profonda stima con l’auspicio di raggiungere, con la collaborazione di tutti i soci, gli alti traguardi prefissati per il prossimo anno rotariano.

Il Presidente 2017/2018, Umberto Cantarelli, infine, dopo aver ringraziato personalmente il Presidente uscente per la sua abile capacità di gestione del Club nel vero spirito rotariano del servizio al di sopra di ogni interesse personale, all’insegna dell’amicizia, non quella superficiale e fine a se stessa, ma quella vera, cordiale e valoriale, intesa come aggregazione e capacità di coinvolgimento dei soci negli impegnativi temi proposti e nel lavoro intellettuale e fisico necessario per soddisfare tutte le esigenze del Club e del Distretto, si è soffermato sulle finalità del proprio anno di presidenza. In particolare, promuovere attività di carattere sociale e culturale legate ai bisogni del territorio, essere di sostegno alle categorie più deboli, favorire iniziative in ambito sanitario, contribuire al restauro di opere d’arte, divulgare la conoscenza della ricchezza del patrimonio artistico e culturale della nostra Regione, progettare eventi culturali ad ampio raggio, organizzare incontri di orientamento con le giovani generazioni per un futuro e costruttivo inserimento nel tessuto sociale e premiare le eccellenze che rappresentano il vanto della nostra città a livello, sia nazionale, sia internazionale. Altresì, con la collaborazione dei soci-amici che, all’insegna dello spirito rotariano vorranno mettere a disposizione del Club le proprie competenze professionali, il nuovo Presidente cercherà di diffondere la cultura delle prevenzione con particolare attenzione alla diffusione della cultura della legalità ed alla corretta gestione del denaro, al cyberbullismo e all’uso corretto dei social media.

Altri punti qualificanti dell’azione rotariana del nuovo
Presidente, poi, saranno lo Scambio Giovani a livello
internazionale, l’attribuzione di borse di studio al
merito in collaborazione con l’Università di Teramo,
la lotta allo spreco alimentare e la qualificante partecipazione all’organizzazione Campus Disabili “Franca Marrollo”, insieme ai Club abruzzesi e molisani, confidando nella fattiva collaborazione dei giovani del Rotaract che, con vero spirito di servizio, hanno sempre offerto un prezioso contributo nell’organizzazione degli eventi: i giovani, infatti, rappresentano il nostro domani e sono i cardini della futura leadership.

Rispondendo al motto del nuovo Presidente internazionale, Ian Riseley, ovvero “Il Rotary fa la differenza”, il Presidente del Rotary Club Teramo 2017/2018 ha concluso il proprio intervento ringraziando tutti i soci per la sicura futura collaborazione che gli vorranno dare e per aver accettato gli incarichi loro assegnati.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...