Attualità

LA DENUNICA DEI VIGILI DEL FUOCO/ «SPENDING REVIEW PER IL SOCCORSO…E BASTA!»

L’estate è arrivata, e come sempre porta con se cose belle e brutte… il sole, il mare, il caldo…gli incendi…

Ebbene si, gli incendi che fino allo scorso anno venivano debellati grazie alla convenzione tra regione Abruzzo, Corpo Forestale dello Stato fin dal mese di giugno, quest’anno con la spending review e la conseguente chiusura del CFS verranno estinti dal personale Vigili del Fuoco tramite una convenzione con la Regione attraverso l’impiego di una squadra composta da sole 5 unità in tutta la provincia del teramano e pertanto insufficiente (speriamo non succeda niente di grave) e per il solo mese di agosto a discapito dei cittadini e della collettività.

Quella che vogliamo raccontare e denunciare è una situazione paradossale. Perché se da un lato si risparmia per il SOCCORSO e la SALVAGUARDIA dei cittadini, dall’altro si spende senza porsi tanti problemi.

Infatti, il comando provinciale VVF di Teramo, sta organizzando una gara di appalto per le mense di servizio del distaccamento di Roseto e Nereto a seguito di una nota ministeriale ( http://www.uilpavvf.com/download/2017.04.21%20mensa%20nota%2011950.pdf ) che avverrà attraverso una gestione indiretta.

Leggendo la nota, per sedi con presenze medie inferiori a 15 unità (e questo è il caso visto che a Roseto le presenze medie sono di 7 unità e a Nereto di 5 unità) la scelta può ricadere sulla gestione indiretta ad un prezzo che si aggira intorno agli 11€ a unità oppure attraverso il buono pasto con un prezzo di 7€ a unità.

L’80% del personale dei distaccamenti si è espresso a favore del buono pasto perché assicura una maggiore qualità del pasto visto che con il metodo a gestione indiretta la mensa verrà affidata al catering veicolato (immaginate cosa può mangiare un operatore del soccorso se dovesse uscire prima di pranzo e rientrare a pomeriggio inoltrato).

Il comando però ha fatto orecchie da mercante riguardo la volontà del personale e (chissà per quale motivo) scelto la gestione indiretta creando malcontento all’interno dei distaccamenti.

Fin qui tutto può sembrare una lotta di pochi spiccioli e magari chi legge non capisce il motivo di questa lettera… Andiamo adesso ad alcuni piccoli e semplici calcoli:

Il servizio dei vvf è garantito 24 ore su 24 e viene coperto giornalmente da due turni di servizio che si alternano per cui devono essere garantiti e confezionati 2 pasti al giorno in ogni distaccamento.

ROSETO: 7unità x 2turni = 14 pasti

NERETO: 5unità x 2turni = 10 pasti

Totale pasti GIORNALIERI = 24 pasti

Totale pasti ANNUALI = 24 x 365gg = 8760 pasti

 

METODO GESTIONE INDIRETTA à 8760 x 11€ = 96.360 €

METODO BUONO PASTO à 8760 x 7€ = 61.320 €

DIFFERENZA 35.040 €

SULLE TASSE DEI CITTADINI SOLO PER LA PROVINCIA DI TERAMO!!!

A voi le conclusioni e l’ardua sentenza se sposare o no questa causa.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...