Attualità

INDICE DI VULNERABILITA’/ARRIVA LA NOTA DEL SINDACO CHE NON SPIEGA NULLA E RINVIA OGNI COMUNICAZIONE AD ALTRA DATA CON L’AIUTO DELLA PROVINCIA

Non c’è nessun mistero né, tantomeno, alcuna intenzione di occultare i dati sull’indice di vulnerabilità delle scuole: la questione è troppo seria ed importante perché la si possa ridurre a categorie di questa natura. Tutto molto più semplice ed opportuno: l’amministrazione comunale ha stabilito di comunicare i dati quando ci sarà la disponibilità relativa a tutte le scuole del territorio; visto che al momento ne mancano ancora cinque, si attende di avere i dati complessivi per poterli poi rendere noti e pubblicare nelle forme appropriate ed opportune. Questione di giorni, quindi, e non di dietrologia per la loro pubblicazione; la comunicazione, infatti, dovrà essere precisa e non lasciare spazio ad interpretazioni varie.
Appena disponibili nella loro completezza, quindi, gli indici saranno resi pubblici e il Sindaco Maurizio Brucchi sarà pronto a confrontarsi sia con il Consiglio Comunale che con i vari comitati, in qualsiasi momento e senza remore di sorta: “Non mi sono mai tirato indietro ad alcun confronto – dichiara il primo cittadino- soprattutto per tutte le questioni relative e connesse al terremoto. Sono pronto, come sempre, a mettermi in prima persona in tutto ciò che faccio, e su questo argomento ancora di più”.

Tutto ciò il Sindaco Brucchi lo ha comunicato alle stesse dirigenti scolastiche, incontrate stamattina nel palazzo municipale di via Carducci, con le quali ha poi stabilito le modalità cui attenersi per gli interventi eventualmente da mettere in atto una volta noti i dati.

Per quanto riguarda la seduta della Commissione Consiliare di questa mattina, va sottolineato che il dirigente competente aveva chiesto di poter rinviare ad altra data la riunione, vista la concomitanza con altri pregressi e non rinviabili impegni. La sua richiesta non era stata accolta e pertanto non ha potuto partecipare all’incontro.

C’è comunque un primo dato da cui poter trarre considerazioni: nelle 30 scuole comunali (dell’infanzia, elementari e medie) che interessano circa 4300 studenti, sono stati ripetute ulteriori verifiche statiche, il cui esito si è rivelato in tutti i casi positivo.

Allo stato dei fatti quindi, si attenderanno gli esiti degli indici di vulnerabilità che giungeranno, come detto, nei prossimi giorni, e alla luce di ciò sarà definito un piano di intervento.
In questo senso il Sindaco Brucchi ha intenzione di chiedere al Presidente della Provincia Renzo Di Sabatino, a sua volta interessato da analoghe operazioni per tutte le scuole superiori del territorio tale da coinvolgere un totale di 11.000 studenti, l’istituzione di una Commissione congiunta tra i due enti, al fine di programmare le attività di intervento nella maniera più efficace ed opportuna.

Ed oltre ciò, lo stesso Sindaco proseguirà l’attività di interlocuzione forte sia con il Governo regionale che col Governo nazionale, perché “dalla situazione in cui si trova il territorio teramano nessuno si chiami fuori e anzi ci si coinvolga e la si condivida nella più alta e concreta forma istituzionale”.

2 risposte »

  1. Si, certo, come no…… infatti il Sindaco non si vergogna che dal terremoto dall’Aquila sono passati 8 anni senza far nulla e a 11 mesi esatti da quello di Amatrice siamo ancora con il fiato sospeso.
    Ma tornatene a pescare a Memminghen con il tuo finto cappello Panama e restaci.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...