Attualità

VIDEO/ IL RETTORE D’AMICO ANNUNCIA UN NUOVO CORSO IN INGLESE E POLEMIZZA CON IL COMUNE PER LA CABINOVIA MANCATA ED UNA TERAMO CHE HA DAVVERO POCO DI UNIVERSITARIO

Nasce un corso di Laurea Magistale in inglese, in economia in collaborazione con l’Università La Sapienza ed un corso sull’Economia dell’Innovazione che completa il quadro dell’offerta formativa non solo per la nostra provincia ma per l’intero Abruzzo. «Un impegno che viene poi ripagato in termini di occupabilità a tre anni dal conseguimento del titolo – ha spiegato il Rettore Luciano D’Amico –  e che spinge l’Uni. Te a rendere sempre più innovativi i corsi proposti dalle varie facoltà.

Secondo il Censisi l’Uni.Te si classifica al secondo posto in Italia tra i piccoli atenei. E’ prima tra i piccoli atenei per comunicazione e servizi digitali (seconda in Italia), prima per le strutture offerte e punta a salire per i servizi. In tale ottica, la realizzazione della casa dello studente entro i prossimi quattro anni (dovrebbe essere completamente finanziata ad ottobre) permetterà all’ateneo di avere un nuovo studentato a viale Crucioli, gestito dall’Adsu.

L’univesità guarderà anche verso tutti quegli studenti stranieri che sono già più di 300, tra Erasmus e iscritti con lo scopo di tagliare il traguardo delle 2500 immatricolazioni.

Il Rettore LucianoD’Amico ha parlato anche della cabinovia che avrebbe dovuto collegare centro storico e Colleparco, bocciata dal consiglio comunale. «Nonostante voglia passare per città universitaria, Teramo ha invece più che altro una vocazione ciclistica, riferendosi alla prossima realizzione del ponte ciclopedonale – ha sottolineato il Rettore – La città ha rinunciato ad un progetto innovativo a costo zero, perché la nuova struttura sarebbe stata totalmente finanziata dal Masterplan e l’Università avrebbe coperto i costi di gestione. Una rinuncia per un ponte ed una rotonda, credo che di base ci sia una forte incoerenza».

Poi l’annuncio: “Entro l’estate verrà presentato il bando di progettazione per il manicomio, dove sorgerà una cittadella della cultura e lì verranno trasferiti il Dams e Scienze della Comunicazione”. Altra sfida sarà la realizzione di impianti-pilota per sperimentare nuove tecnologie di produzione nel campo agroalimentare, che saranno messi a disposizione della città.

 

ASCOLTA IL RETTORE LUCIANO D’AMICO

Categorie:Attualità

5 risposte »

  1. Meglio la cabinovia che il nulla di questa giunta comunale. Una piccola precisazione la Provincia sta lavorando già x la messa in sicurezza delle scuole superiori stanziando soldi con l’accordo delle banche mentre la giunta comunale che fa litiga per le poltrone zero assoluto. Renzo Di Sabatino sindaco.

  2. Ma grazie a Dio che non hanno fatto la funivia. Non riescono a gestire quella di Prati di Tivo (situzione oltre il ridicolo) e ne facciamo un’altra? Altri milioni di Euro bruciati? Ma mettete apposto le strade che non si passa più!
    Le funivie lasciatele al trentino che sa come farla rendere, non è roba per voi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...