Attualità

TERAMO MARE A 90 KM PER I TROPPI INCIDENTI. UNA DECISIONE DELL’ANAS CHE NON PIACE AL COMUNE DI TERAMO

Piovono critiche dagli automobilisti dopo il limite di velocità su quasi tutta la superstrada Teramo-mare che è passato a 90 km orari. I cartelli apposti negli ultimi giorni dall’Anas, l’ente proprietario della strada, non ammettono equivoci anche se i 110 km orari  restano in vigore nel tratto finale in direzione mare, quello dallo svincolo di Villa Zaccheo alla rotonda di Mosciano. Tre quarti del percorso, per l’Anas, hanno ora lo stesso limite di una normale strada statale.

Il Sindaco si è informato chiamando Antonio Marasco, il capo compartimento dell’Anas per l’Abruzzo, ed ha scoperto che la motivazione fornita è che si tratta di una strada extraurbana che non ha una banchina laterale, che non ha la cosiddetta terza corsia, e soprattutto che gli ingressi di immissione non hanno la corsia di accelerazione. Ma anche che l’Anas riscontra un elevato numero di incidenti sulla Teramo-mare. Il primo cittadino non accetta una decisione del genere ed oggi stesso chiamerà il dirigente della Polizia Stradale per vedere se si puo’ fare qualcosa per far tornare la velocità su questo tratto a 110km.

5 risposte »

  1. mi sembrano ottimi motivi :”si tratta di una strada extraurbana che non ha una banchina laterale, che non ha la cosiddetta terza corsia, e soprattutto che gli ingressi di immissione non hanno la corsia di accelerazione. Ma anche che l’Anas riscontra un elevato numero di incidenti sulla Teramo-mare. “, e` un riscontro tecnico giustissimo,via i 110km mica stiamo al mercato delle patate che si tratta ,ridammi 20km in piu dai! Mandiamo il Pelato a trattare perche`ci piace correre? Assurdo!

  2. All’inaugurazione degli ultimi 2 tratti (San Nicolò – Mosciano) un tecnico mi disse: è inspiegabile il limite a 110 kmh, manca la banchina e le corsie di immissione sono inesistenti. Per non parlare del sottofondo che è pieno di dossi.
    A distanza di anni aveva ragione.

    Spieghiamo al Sindaco che per percorrere un tratto di 15 km a 110 kmh si impiegano 492 secondi.
    A 90 kmh si impiegano 600 secondi.
    Quindi andare a protestare per far risparmiare agli automobilisti meno di 2 minuti mi sembra assai ridicolo.
    Aggiungo l’elemento sicurezza, un auto media impiegherebbe circa 25 metri in meno per fermarsi e quindi molta sicurezza.
    Anche per l’asse attrezzato Chieti – Pescara (raccordo auostradale) è stato abbassato il limite a 90 kmh a causa degli incidenti.

    Il Sindaco dovrebbe invitare gli automobilisti al rispetto delle regole, in primisi l’utilizzo del cellulare alla guida, piuttosto che contestare le scelte dell’ANAS che riguardano la sicurezza.

    Canzio contesta l’autovelox, il Sindaco i limiti di velocità…..

  3. Forse non era meglio fare una strada con n terza corsia di emergenza e con quelle di emissioni regolari fin dall inizio?si sarebbero evitati molti incidenti e il limite dei 110 km rimaneva quello?

  4. Forse non era meglio fare una strada con n terza corsia di emergenza e con quelle di emissioni regolari fin dall inizio?si sarebbero evitati molti incidenti e il limite dei 110 km rimaneva quello?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...