Attualità

L’ELIANA AFFONDATO PER UNA “PRESURA”

Nel vocabolario dei termini marinareschi, si chiama “presura” e indica che le reti di un peschereccio si sono impigliate in un ostacolo. Potrebbe essere stata questa, la causa del naufragio dell’Eliana, il peschereccio giuliese nel quale hanno trovato la morte Elia Artone e Carlo Mazzi. L’Eliana, secondo una prima ricostruzione, potrebbe essere affondato perché, durante la mareggiata arrivata all’improvviso, le reti si sarebbero impigliate nella cozzara al largo di Giulianova. Il peschereccio sarebbe andato giù in pochissimi minuti, mentre i due sfortunati marinai tentavano di recuperare le reti, senza avere neanche il tempo di indossare i giubbotti salvagente. Tutto si chiarirà quando il relitto sarà recuperato, e Procura della Repubblica e Guardia Costiera potranno effettuare tutti gli accertamenti. Oggi, era in programma un’immersione dei sommozzatori dei Vigili del Fuoco, ma non è stata effettuata per le avverse condizioni del mare. Si ritenterà nei prossimi giorni. 

Categorie:Attualità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...