Attualità

SCUOLE/ I TRECENTO STUDENTI DEL MARINO SARANNO TRASFERITI AL MILLI. NON C’E’ SPAZIO PER I LABORATORI

I trecento studenti dell’istituto Marino di Teramo la cui scuola è stata chiusa a causa del basso indice di vulnerabilità (0,20) dalla Provincia saranno trasferiti all’ultimo piano del Milli in via Carducci che è una delle scuole con il grado maggiore di sicurezza sismica. La decisione non ancora definitiva ma assai probabile, è in via di arrivo da parte della Preside Stefania Nardini che nei prossimi giorni incontrerà il consigliere delegato all’edilizia scolastica della Provincia Mirko Rossi per definire il tutto. Da capire ancora come sarà risolta la questione degli accessi ai laboratori del Marino che non sono stati interdetti dal provvedimento della Provincia ma che non trovano spazio all’interno del Milli.

LEGGI ANCHE QUI

 

2 risposte »

  1. Come si può pensare di togliere i laboratori ad una scuola professionale?
    Il presidente Di Sabatino da persona intelligente che trovasse una soluzione degna da una scuola professionale.

    • Margari’ dopo le tremende scosse che dall agosto 2016 a qualche mese fa si sono susseguite sul ns territorio teramano, hanno fatto perdere la dignità a tutte le scuole,ahinoi..
      A questo aggiungici,non so come dire,comunque una poca vigilanza delle istituzioni locali,diciamo cosi ed ecco che Ti dovrai accontentare..
      A chi gestiste invece la ricostruzione dico SVEGLIA,RIMBOCCO DELLE MANICHE E PEDALARE COSTANTEMENTE PER NON CONTARE SEMPRE (L Aquila e poi.. docet) tutti questi morti!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...