Attualità

SCUOLE/ BRUCCHI: ” I MUSP ALLA D’ALESSANDRO, POI IL POLO SCOLASTICO AL VECCHIO STADIO, LE SCUOLE RIAPRIRANNO TUTTE L’11”. MA I GENITORI NON SI FIDANO E VENERDI’ SCENDONO IN PIAZZA

Potrebbero bastare solo quarantacinque giorni, poi alla D’Alessandro saranno operativi i “musp”, i moduli scolastici provvisori, in grado di ospitare quasi 900 studenti. Parola del Sindaco Brucchi, che incontrando il Comitato dei genitori per la sicurezza insieme ai dirigenti scolastici, le minoranze in consiglio comunale con gli assessori Fracassa e Provvisiero e la schiera degli ingegneri che hanno lavorato agli indici di vulnerabilità, ha spiegato come si stia muovendo il Comune di Teramo, in vista dell’inizio di un anno scolastico, che sarà certo non facile ma che aprirà l’11 settembre senza proroghe. A parte i “musp”, per i quali il Sindaco ha spiegato che in alcune situazioni sono stati realizzati in 45 giorni, Brucchi ha annunciato l’arrivo di fondi per la San Giuseppe e per la realizzazione del Polo Scolastico al vecchio stadio. Ma i tempi saranno lunghi. Nel corso della riunione non sono mancati momenti di tensione (con la minoranza che è riuscita ad entrare dopo forti insistenze), visto che di fatto, secondo i genitori, al momento nessuno è in  grado di dire quali saranno le scuole che l’11 settembre potranno regolarmente riaprire e quali, al contrario, dovranno restare chiuse. Il Sindaco in questo senso ha avuto parole tranquillizzanti, dicendo che le scuole riapriranno tutte regolarmente l’11 settembre e ha chiesto a tutti i dirigenti di verificare la disponibilità di spazio in ogni istituto compreso Provincia e Uni.Te, allo scopo di trovare aule libere all’occorrenza. E’ tramontanto infine il polo allo stadio nuovo perchè nessuno vuole pagare l’affitto al privato che ha in gestione la struttura e questo è stato un brutto colpo per tutti. Il Comitato dei genitori  che si batte per avere scuole sicure guidato da Leda Ragas, ha confermato lo svolgimento della manifestazione per venerdì 25, alle 10 in piazza Orsini alla quale parteciperà anche il Sindaco.

4 risposte »

  1. Decisione totalmente errata, si “consuma” uno degli ultimi, se non l’ultimo, spazio all’interno delle vecchie mura. Teramani ribelliamoci.

  2. …ovviamente siamo di nuovo all’inizio di questa “favola” dal contenuto tragicomico!!…siamo difronte ad una amministrazione che non è in grado di programmare, non è in grado di fare tesoro dagli insegnamenti del passato e soprattutto non è capace di leggere gli eventi…ma come possiamo dire che tutto tornerà alla normalità???!!!!….nemmeno quanto accaduto ieri sera nell’Isola D’Ischia è riuscito a far tornare questi nostri amministratori sulla terra?!!!!
    …non è più possibile accettare tanta superficialità e inadeguatezza!! …non è più possibile accettare i ma e i forse di una amministrazione incapace e soprattutto “colpevole” di non conoscere lo stato di fatto del suo patrimonio immobiliare, proiettata solo a raccontar “bugie”: ricordiamo le schede di valutazione delle scuole redatte a seguito dell’evento sismico del 24 Agosto 2016…andava tutto bene….vediamo la Savini…nemmeno qualche mese e sono stati spesi “diversi” euro per rendere operativa una nuova sede…la Molinari…ad oggi oggetto di “comicità pura” su valore dei suoi indici “miracolosi”…..ma il sig. Sindaco ricorda che abbiamo a che fare con una popolazione studentesca di minori?..che hanno bisogno di essere accompagnati seguiti e protetti???…e in tutto ciò..mi stupisce il silenzio dei dirigenti scolastici…occultati o “azzittiti”?…
    Tutto questo è davvero ridicolo….ad ogni problema c’è una soluzione…ma va trovata e programmata e non rincorsa senza meta!!!!..sono anni che ci prendono in giro…la “cosa” pubblica, la sicurezza, l’ambiente…vanno amministrati da “persone” capaci, leali e corrette ..che operano con “la diligenza del buon padre di famiglia”..e non da ciarlatani!!!
    Noi genitori non possiamo accettare tutto ciò, vi è in ballo la sicurezza dei nostri figli….è forse questo il tempo di pretendere azioni concrete…di esercitare quel “controllo” sulla PA a cui siamo tenuti…di vigilare..di non lasciare tutto così com’è fidandoci di amministratori incapaci…è forse il momento di dire basta e pretendere “una svolta” e non di nasconderci dietro un “regolare rientro alla normalità”….se li lasciamo fare nuovamente nulla cambierà…e..i nostri figli…..

  3. MUSP in 6 mesi o 45 giorni?
    Sindaco o indovino?
    Ogni giorno una nuova previsione, differente dalla precedente.
    Nel frattempo – 20 giorni e a Teramo ancora non si fa nulla….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...