Attualità

PINETO/ METANODOTTO ESPLOSO, VIA ALL’UDIENZA PRELIMINARE, NEL COLLEGIO DIFENSIVO C’E L’EX MINISTRO PAOLA SEVERINO

C’era anche l’ex ministro della giustizia Paola Severino nel collegio difensivo che si è aperto oggi in Tribunale a Teramo che vede sul banco degli imputati 21 tra responsabili tecnici ed amministrativi di Snam Rete Gas. Il procedimento è quello relativo all’esplosione di un tratto del metanodotto Ravenna-Chieti, avvenuta a Mutignano di Pineto nel marzo del 2015, per il quale questa mattina si è aperta l’udienza preliminare. Oggi sono state stralciate  tre posizioni per difetti di notifica, sono stati ammessi Wwf, Legambiente e Comune di Pineto come parti civili, oltre a tre privati cittadini che si sono costituiti per le lesioni riportate nell’esplosione,  e disposta la citazione del responsabile civile di Snam Rete Gas. 

L’udienza, che si è svolta davanti al giudice Giovanni De Rensis, è stata poi aggiornata al 31 gennaio per decidere sulla richiesta di rinvio a giudizio per  disastro colposo firmata dalla Procura di Teramo per i dipendenti di Snam Rete Gas finiti nell’inchiesta. Dipendenti che sotto vari ruoli e profili avevano competenze sul distretto sud orientale (quello in cui rientra anche l’area di Mutignano). Solo per 18 di loro si deciderà nell’udienza di gennaio; per le tre posizioni stralciate sarà fissata una nuova udienza preliminare.

Sotto accusa, presunte negligenze dei 21 dipendenti di Snam Rete Gas, emerse nel corso di un’indagine che si è concentrata sulla documentazione amministrativa e tecnica relativa alla progettazione, posa in opera, manutenzione e monitoraggio del tratto di metanodotto esploso, della sovrastante rete elettrica e delle abitazioni interessate dall’evento, con i relativi accertamenti tecnici (sopralluoghi, indagini geotecniche e sui materiali) affidate ad un collegio di esperti.

Accertamenti volti a verificare se l’esplosione fosse stata causata e dalla frana che si era registrata il giorno dell’esplosione (e che si era verificata dopo due mesi di costanti piogge in un’area classificata a moderato rischio idrogeologico) o se ci fossero state anche condotte negligenti ed imperizia da parte delle varie società interessate.

 

Categorie:Attualità

Con tag:,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...