Attualità

FOTO-VIDEO/ VERTENZA HATRIA, L’ASSEMBLEA HA DECISO PER UN’ALTRA SETTIMANA DI SCIOPERO DAVANTI AI CANCELLI DELL’AZIENDA

Gente normale, gente preoccupata per il presente e per il futuro, gente che non sa più a cosa credere, gente disperata, gente delusa, gente che non sa più che fare. Gente che chiede solo una cosa: poter lavorare e poter crescere i propri figli come tutte le persone del mondo. Lavoratori quelli dell’Hatria di Sant’Atto riuniti in assemblea oggi alle 13,30  dopo aver trascorso giorni e ore davanti ai cancelli di un’azienda che ha deciso, lo scorso mese di agosto, il licenziamento collettivo per 55 persone che hanno già aderito a contratti di solidarietà e che prendono 850 euro al mese di stipendio. Stamattina l’azienda ha fatto scortare da polizia e carabinieri il personale amministrativo nello stabilimento mentre ieri sono stati bloccati cinque camion che volevano entrare per caricare materiale sanitario. L’assemblea convocata da Giampiero Dozzi Filctem Cgil  e da Serafino Masci Femca Cisl ha deciso un’altra settimana di sciopero ad oltranza fino a venerdi, senza lasciare mai il presidio davanti ai cancelli ed impedendo l’entrata dei camion, in attesa di altre forme di protesta come ad esempio una massiccia manifestazione non ancora decisa. Nell’ombra di questa vertenza si ipotizza anche la possibilità della chiusura dello stabilimento acquistato dall’attuale proprietà ad un euro dalla Marazzi e con un magazzino lasciato pieno di materiale per otto milioni di euro.

ASCOLTA GIAMPIERO DOZZI

 

LA NOTA DELLA RSU

I lavoratori dell’Hatria Srl di S. Atto (Te), riuniti in assemblea in data 29 settembre 2017, hanno discusso in merito alla difficilissima situazione che si è determinata con l’interruzione della trattativa, attualmente ferma sulle posizioni manifestate dalle parti nell’ultimo incontro istituzionale del 25 settembre 2017.

I lavoratori nel ribadire la ferma consapevolezza delle loro ragioni, su ipotesi che non consentono di scaricare ulteriori sacrifici su di loro, hanno manifestato forti preoccupazioni per gli ultimi episodi che si sono verificati che potrebbero far degenerare una situazione di per se stessa molto complessa.

Le organizzazioni sindacali ritengono che sia fondamentale mantenere il tono del confronto entro il perimetro che ha caratterizzato le iniziative fin qui adottate.

Pertanto sulla base della situazione di sostanziale stallo della vertenza che è sotto gli occhi di tutti, pur confermando la disponibilità alla riapertura di un canale di confronto, l’assemblea dei lavoratori ritiene inevitabile la prosecuzione delle iniziative di lotta articolate secondo le seguenti modalità:

assemblea permanente presso il presidio in prossimità dello stabilimento nelle giornate di sabato 30 settembre 2017 e domenica 01 ottobre 2017;
Sciopero di 40 ore, distribuito in otto ore giornaliere su ogni turno di lavoro, da lunedì 02 ottobre 2017 a venerdì 06 ottobre 2017, con blocco di ogni forma di lavoro supplementare;

La RSU e le Segreterie di FILCTEM e FEMCA Teramo si riservano di adottare ulteriori iniziative sulla base degli sviluppi della vertenza in corso

La RSU Hatria Srl di S.Atto Segreterie di FILCTEM CGIL e FEMCA CISL
di Teramo

 

 

 

Categorie:Attualità

Con tag:,,,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...