Attualità

MIGRANTI FATTI SCENDERE DAL BUS, SINISTRA ITALIANA: “INACCETTABILE”

l

In merito alla vicenda denunciata da una cittadina teramana sul gruppo di ragazzi migranti fatti scendere dalla corsa Teramo – Valle Castellana il 6 ottobre come Sinistra Italiana regionale e provinciale intendiamo prendere una posizione netta e chiara anche rispetto alla risposta di TUA. Riteniamo inaccettabile che nel solco del sentimento di reazione che emerge in questi tempi sul tema degli immigrati si aggiungano questi episodi discriminatori e lontani dai principi di uguaglianza e solidarietà scolpiti nella nostra Costituzione repubblicana. Sull’accaduto specifico riteniamo debole la risposta della TUA che chiama in causa il problema del sovraffollamento della fascia oraria studentesca e anzi rilanciano su questo tema la necessità di un ampliamento delle corse e del trasporto pubblico. Ci auspichiamo una verifica interna seria e non d’ufficio per identificare le responsabilità di un fatto così grave e ci riserviamo la possibilità di agire a livello istituzionale con i nostri rappresentanti nazionali e regionali.

Stefano Ciccantelli  (segretario federale SI Teramo)

Daniele Licheri (segretario regionale SI Abruzzo)

Categorie:Attualità

4 risposte »

  1. Faccio presente che costoro i migranti non pagano nulla nemmeno i biglietti dell’AUTOBUS e non sono passibili di multa – i nostri pensionati se non hanno il biglietto pagano multa di cinquanta euro- quindi facciamola finita tra un po siamo noi stranieri in casa

  2. …per cui, seguendo la “logica” del commento di cui sopra, è giusto lasciare a piedi delle persone per il solo colore della pelle perché ai pensionati fanno la multa se viaggiano a sbafo (?!?)… sillogismo perfetto, non c’è che dire!

    A parte il fatto che il commento tracima di populismo fino al midollo, giacché generalmente gli over 65 ed i pensionati hanno diritto a sgravi economici per il servizio pubblico, mi sembra però di ricordare che i soggetti in questione avessero tutti il titolo di viaggio valido, poiché fanno parte di una comunità in convenzione con TUA per il trasporto degli stessi sui mezzi pubblici.
    Quindi mi verrebbe di porre una domanda alla cittadina teramana: lei è razzista a prescindere oppure un ragazzo di colore le ha fatto qualche sgarbo personalmente?

    Ad ogni modo il discorso è diverso: i controllori dovrebbero vigilare affinché ogni avventore paghi per la corsa in autobus, sia esso un ragazzino che vuole fare il portoghese o un “vucumprà” con i suoi articoli. Con i soldi del biglietto si dovrebbe, in parte, finanziare il servizio pubblico, per cui è giusto che si paghi.

    • Ermanno, lei è sicuro che i migranti avessero il biglietto??? Anzi, faccia lei una prova e vada personalmente a constatare quanti di loro giornalmente obliterano il regolare biglietto…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...