Attualità

SARA’ TESTATO A BATTAGLIA DI CAMPLI IL NUOVO STRUMENTO SPERIMENTALE PER MONITORARE LE ONDE SISMICHE

Un sistema che è stato realizzato dall’Osservatorio geofisico di Novara in collaborazione con il professor Antonio Moretti, docente dell’Università dell’Aquila.
Una famiglia di Battaglia ha offerto una stanza della propria abitazione, in territorio sismico rilevante, per far installare gli strumenti per un periodo di sei mesi. Alla fine di questo periodo se il test darà i risultati sperati la fase di sperimentazione verrà prolungata nel tempo.Lo strumento in questo periodo sarà in grado di registrare le onde sonore subsoniche. Un tentativo di accertare gli indizi che anticipano un terremoto, cercando di verificare la correlazione tra le scosse di terremoto, l’emissione di radon dal terreno e la presenza di effetti sonori con frequenza subsonica che non sono udibili dall’orecchio umano.
<Un esperimento di alta valenza scientifica – ha commentato il primo cittadino di Campli, Pietro Quaresimale – al giorno d’oggi è impossibile parlare di prevedere una scossa di terremoto, ma sono contento che proprio sul territorio di Campli, si possa cercare di superare questo muro con scoperte che diventerebbero di interesse mondiale. Ringrazio tutte le persone che sono al lavoro per questo passo in avanti della scienza e la famiglia di Battaglia che ha offerto una parte della propria abitazione al fine di consentire la ricerca scientifica. Rimarremo in attesa dei risultati, con la speranza, comunque, che per parecchio tempo il terremoto sia solo nei nostri drammatici ricordi e non nella realtà quotidiana>:

Categorie:Attualità

Con tag:,,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...