Attualità

VIDEO-FOTO/IL 4 NOVEMBRE L’ON. CAPEZZONE A TERAMO PRESENTA IL SUO LIBRO. DIREZIONE ITALIA ANNUNCIA L’INIZIATIVA: “SE IO FOSSI SINDACO” E PUNZECCHIA L’ON. TANCREDI

Diverse le iniziative in programma da parte di Direzione Italia guidata da Rudy Di Stefano che oggi ha tenuto una conferenza stampa per annunicare i prossimi appuntamenti.

A cominicare da quello in programma il 4 novembre a Teramo quando sarà ospitato l’onorevole Daniele Capezzone nel corso di un convegno sull’Unione Europea e verrà anche presentato il suo libro: “Brexit la sfida”.

In questa occasione parteciperanno anche Paolo Albi e Gianni Chiodi. Altro convegno è in programma sulla democrazia partecipativa in collaborazione con Demos che presenterà anche una proposta di legge regionale. «Ci concentreremo poi, anche sui comitati di quartiere ed ospiteremo  il Sindaco Maurizio Brucchi – ha detto Di Stefano – al quale chiederemo di portare avanti l’approvazione del regolamento che fu avviato quando ero in amministrazione».

Di Stefano ha poi evidenziato i prossimi obiettivi da portare avanti in vista delle prossime elezioni: «Ci vogliamo aprire con un vero e proprio congresso comunale, con tanto di regolamento. Lanceremo una campagna dal titolo: «Se io fossi sindaco». Tutti potranno dire ed esporre la propria idea».

Di Stefano ha concluso ricordando le promesse “vane” dell’onorevole Paolo Tancredi sulla discarica La Torre: «La Regione ha ottenuto dal Ministero – ha detto Di Stefano – 14 milioni grazie alle quali sono state finanziate sei discariche tranne quella di Teramo, dunque del famoso finanziamento sventolato anni fa di tre milioni e mezzo dall’on. Tancredi non c’è alcuna traccia».

Secondo Di Stefano non tutto è perso: «Voglio lanciare un appello per recuperare sul danno fatto: si potrebbe fare un ordine del giorno vincolando la Regione con un ribasso d’asta, e reperire così i fondi per la bonifica della discarica Torre in modo da arrivare a conclusione di questa triste vicenda. Ricordo che i costi incidono sul bilancio dei cittadini di Teramo per circa 700 mila euro all’anno». E di certo non è poco.

 

GUARDA IL VIDEO

5 risposte »

  1. Semplicemente ho ereditato una discarica sotto sequestro. Definita una bomba ecologica. Abbiamo, con le sole risorse comunali, bonificato il laghetto ai piedi della discarica e riportato la stessa in condizioni accettabili….al punto tale da essere dissequestrata. Successivamente mi sono occupato di far redigere la progettazione per la caratterizzazione (sempre con fondi di bilancio comunale). Inoltre ho indicato ben due strade diverse per inziare i lavori. Soluzioni purtroppo messe nel cassetto dal mio ex gruppo in attesa di una promessa di finanziamento mai arrivata.dopo mi sono dimesso.
    Scusa se è poco!!

  2. E chi se ne frega ce lo vuoi considerare?
    Per uno che è stato 7 anni e poco.
    Le persone non sono stipide, cosa che non avete ancora capito.

  3. tutti sono bravi a parole -chi paga sono i cittadini in tutto – servizi che mancano e altro- speriamo che direzione italia erediti un po del malumore e dei problemi dei cittadini per poter fare qualcosa – siamo stufi delle barzellette di questa attuale maggioranza .

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...