Attualità

CRISI IN COMUNE/ TOPITTI: «QUALE FIDUCIA PUO’ AVERE UN CITTADINO VERSO QUESTA AMMINISTRAZIONE?»

Una Amministrazione comunale che si trascina da anni senza una maggioranza che fiducia può riscontrare dai cittadini ?

Una Amministrazione comunale senza una maggioranza, che non ha i numeri per approvare il bilancio che certezze può dare alle forze economiche del territorio amministrato ? Soprattutto in periodi difficili come quelli  che stiamo vivendo da un decennio  , tra crisi finanziarie nazionali e mondiali , terremoti e disastri ambientali di varia natura ?

Una  Amministrazione comunale che anziché porre in essere iniziative concrete di rilancio del territorio sotto i vari aspetti economici , occupazionali , culturali , realizzando quanto meno  il proprio programma elettorale , fa il gioco delle tre carte con la TARI con partite di giro che sono solo manovre  di finanza locale, sulla pelle  di residenti e imprese che certezze può dare per il futuro alle aziende produttrici dei beni e servizi del territorio ?

Con l’approvazione in commissione di una riduzione nella media del 12 % della TARI  alle imprese che operano nel territorio comunale, la Giunta Brucchi pensa di rilanciare la economia locale ? Recuperando il tutto con gli interessi a spese di tutte le famiglie residenti, le quali si debbono sobbarcare un aumento del 4 % ?

Il sindaco e la sua giunta sono   a conoscenza che la stragrande maggioranza degli imprenditori titolari di piccole e medie imprese che operano nel territorio da loro amministrato  risiedono nel Comune di Teramo ? Riescono a comprendere che quello che concedono alle imprese con la mano destra se lo riprendono con la mano sinistra agli stessi soggetti attraverso la TARI sulle famiglie ?  Fra l’altro  essendo le famiglie residenti più numerose delle imprese , nonostante l’aumento per queste ultime sia solo di un terzo di quanto viene ridotto alle imprese, per le casse comunali  ci saranno comunque maggiori entrate . E tutto questo dopo anni  di pesanti aumenti   della tassazione  per tutte le categorie , nonostante da tempo si è consolidata la raccolta differenziata con altissime percentuali del materiale raccolto finalizzato al riciclo .

Ai commercianti di Corso S Giorgio che sono stati  fortemente danneggiati dai lavori di rifacimento della pavimentazione, i fatturati nel frattempo si sono ridotti del 50% , possibile che non si poteva nel  frattempo sospendere loro la tassazione di cui sopra?

Senza iniziative  concrete di rilancio del territorio attraverso una politica seria e credibile per i vari settori produttivi di beni e servizi,  in periferia con la riapertura delle fabbriche del nucleo industriale e in centro città  del settore distributivo non si andrà da nessuna parte . Per il rilancio del centro storico cittadino è importantissimo che all’interno dell’area urbana vengano riportati residenti , servizi pubblici come uffici scuole ecc. ma soprattutto valorizzare a livello turistico  il patrimonio storico e culturale con al primo posto il recupero del teatro romano .

Antonio Topitti

Commerciante libraio del centro storico nonché presidente comunale di Confesercenti

 

 

 

Categorie:Attualità

Con tag:,

1 risposta »

  1. Io mi domano invece perchè i Marracchiuli Teramani non provano una volta per tutte ad alzare la testa invece di far loro l’inchino quando li incontrano o quando davanti alla scuola San Giorgio parcheggiano i loro macchinoni sui marciappiedi come fosse cosa normale ,perchè non fanno loro uno sputacchio invece di inchinarsi peggio dei servi dei servi !

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...