Attualità

POLITICA: LA MINORANZA ATTACCA: “NON POTETE INGANNARE TUTTI…”

Potete ingannare tutti per qualche tempo
e alcuni per tutto il tempo,
ma non potete ingannare tutti per tutto il tempo
(Abramo Lincoln)
È questo il monito che indirizziamo alla decomposta e scomposta maggioranza che ancora governa
la nostra Città.
E, in questo momento di vergognosa degenerazione politico-istituzionale, lo rivolgiamo soprattutto
agli esponenti di “Futuro in”, ai loro capintesta e supporters (vecchi e nuovi), nonché ai loro
prossimi presumibili alleati di “Fratelli d’Italia” e di “Al Centro per Teramo”.
L’epilogo dell’“Amministrazione Brucchi, Gatti e “altri” è la indegna fine dello spettacolo
indecoroso cui la città ha assistito sdegnata in questi anni. I leader del centrodestra teramano dopo
aver sfruttato, abbandonato e massacrato la città sotto ogni aspetto, etico, sociale, economico e
culturale, si stanno ora autodistruggendo per fini politico-elettorali solo individuali.
Nulla di nuovo o di strano in questo festival dell’ipocrisia politica. Questi sono i protagonisti di
questa esperienza, sono e saranno così al di là delle spoglie politiche ed elettorali che intenderanno
assumere.
Oggi più che mai va denunciato e sfiduciato non solo il sindaco ma un intero sistema di potere che
ha occupato la nostra città e che ora ha un solo obiettivo: sopravvivere a se stesso e al destino di
questa città cercando di nascondere le proprie gravissime colpe e i propri reali obiettivi politici
individuali.
Per porre fine ad una consigliatura non è sufficiente affidare ai media avventurosi e fantasiosi
proclami, né disertare il Consiglio comunale, né usurpare altrui prerogative (come l’illegittima
convocazione della riunione dei Capigruppo da parte del Presidente del Consiglio) ma occorrono
atti formali.
Per recuperare un credito irrimediabilmente compromesso non si può scaricare su altri le proprie
incontrovertibili responsabilità, ma è necessario un atto di contrizione.
La minoranza consiliare ha, da giugno, presentato una Mozione di sfiducia, successivamente
persino rimodulata per scongiurare qualsiasi pretestuosa obiezione alla sottoscrizione,
Mozione che tuttora manca della tredicesima firma necessaria per convocare il consiglio e
votare la sfiducia a Brucchi.
Noi siamo dalla parte della verità e della chiarezza di fronte alla città delle vere responsabilità,
perché oggi non si sta chiudendo solo questa fallimentare, disastrosa esperienza
dell’“Amministrazione Brucchi, Gatti e altri”, ma si devono costruire le basi per liberare finalmente
la città da queste logiche di potere che l’hanno soffocata in questi scandalosi anni del centrodestra
teramano.
Nessuno fuori da questo Consiglio può intestarsi il merito di aver ottenuto lo scalpo del sindaco e
nessuno che abbia partecipato integralmente o parzialmente alla ex maggioranza di centrodestra può
ritenersi esente dalle colpe che porta sulle proprie spalle.
La priorità della città è chiudere questo infausto mandato amministrativo il prima possibile e
consentire un’alternanza democratica che la saggezza dell’elettorato saprà valutare al meglio.

 

I Consiglieri di minoranza
Maria Cristina Marroni,
Paola Cardelli,
Fabio Berardini,
Gianguido D’Alberto,
Antonio Filipponi,
Flavio Bartolini

Categorie:Attualità

2 risposte »

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...