Attualità

BRUCCHI: «AMAREGGIATO E TRADITO DA GATTI E CHIODI»

Amareggiato e tradito. Così lo stato d’animo dell’ex Sindaco Maurizio Brucchi a poche ore dall’uscita dal Comune dopo che 18 consiglieri lo hanno “mandato a casa” firmando oggi in Comune le dimissioni in blocco. La cosa più complicato per Brucchi è stata quella del dover dire al figlio Filippo che non era più il Sindaco di Teramo e soprattutto il dovergli spiegare come mai questo è accaduto e per volere di chi e di cosa. Ma soprattutto per volere di chi.

Su facebook ha scritto Brucchi: «Da qualche ora non sono più Sindaco della Città di Teramo. Dopo otto lunghi anni finisce l’impegno per la mia città, impegno forte, onesto, serio, sempre nell’interesse del territorio. Finisce nel modo in cui non avrei ma pensato potesse finire: con un tradimento. Esco a testa alta consapevole di aver fatto tutto quello che era nelle mie possibilità per onorare il mandato datomi dai cittadini che ringrazio tutti per avermi supportato ed anche per avermi criticato. La cosa più difficile è stato spiegare a mio figlio Filippo perché il suo papà non è più Sindaco».

La conferenza stampa intanto è stata posticipata e sarà tenuta tra giovedì e venerdì di questa settimana.

Stasera invece alle 20,30 Brucchi prenderà parte ad un trasmissione televisiva su Super J condotta dal direttore Walter Cori. Da indiscrezioni si apprenderebbe che l’ex sindaco abbia intenzione di togliersi dei “sassolini” dalle scarpe attaccando Paolo Gatti e Gianni Chiodi artefici di quanto accaduto oggi a Teramo.

Intanto il suo ex segretario Vinicio Ciarroni riferendosi ai sei “gattiani” che hanno “tradito” pubblica sempre su facebook questo manifesto:

 

Categorie:Attualità

Con tag:,,

7 risposte »

  1. Questa storia del tradimento ha le gambe cortissime.
    E’ stata tolta la spina a un’amministrazione di cui non se ne poteva più e che lascia Teramo assolutamente in ginocchio.
    Avete iniziato a litigare una settimana dopo le elezioni del 2014, non lo dimentichiamo !!!!

  2. Adesso si iscriva al Partito Radicale che – come molti sanno – ha bisogno di 3000 tesserati entro il 31 dicembre p.v. per non cessare la propria attività politica e per far continuare a vivere Radio Radicale, emittente che dà spazio a tutti i partiti, movimenti, associazioni ecc, senza censure e senza pregiudizi.
    I dirigenti radicali non hanno sicuramente dimenticato l’impegno profuso dal sindaco Brucchi per onorare degnamene Marco Pannella in occasione della sua morte. In memoria dell’illustre concittadino versi ora 200 Euro o – se lo ritiene – di più per la sopravvivenza di questo partito che tanto ha contribuito alla crescita civile del nostro Paese.

  3. A testa alta? A testa bassa e con la coda tra le gambe. Arrogante e presuntuoso anche di fronte all’evidenza. Ti hanno cacciato i tuoi stessi consiglieri a calci, perfino loro non ne potevano più del tuo atteggiamento. Vai a fare la vittima altrove.

  4. È vero sindaco …la tua analisi è giusta …sono stati proprio Gatti e Chiodi a staccarti la spina ….non pensare che sia difficile spigare a tuo figlio che non sei più sindaco …forse farai meglio e con più tempo il papà…tutto passa e anche questo brutto momento per la città di TERAMO …martoriata ma non solo per sua colpa ma anche da parte di chi l’ha tradita …e si gatti con il suo museo del gatto, chiodi con il suo ipogeo ….e mille altre cose …

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...