Attualità

TRIPLICATI I MIGRANTI A TORTORETO, IMPEGNO CIVICO CHIEDE AL SINDACO LA LORO POSIZIONE

Alla luce del fatto che sono triplicati i migranti residenti a Tortoreto rispetto ai 37 previsti dal piano nazionale,e che altri 25 sono in arrivo e destinati alla zona San Giovanni, torniamo a chiedere al sindaco e al consigliere comunale delegato al sociale Massimo Figliola, di rendere pubblica a tutta la cittadinanza qual’ è la posizione dell’amministrazione comunale in questa vicenda che preoccupa moltissimo i tortoretani.
Se lo scorso 7 settembre la maggioranza delle forze politiche che siedono in Consiglio Comunale a Tortoreto ha votato perché il comune aderisse allo SPRAR (Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati), non si comprende come sia possibile che ad oggi non si sia dato seguito a tale impegno.
L’Amministrazione Piccioni evidenziò che si aderiva allo SPRAR anche per bloccare il numero dei migranti da accogliere a Tortoreto visto che già ce n’erano 118. Invece, ad oggi, l’integrazione dei migranti tramite SPRAR non sembra essere partita e nel frattempo il nostro territorio è soggetto a nuovi e continui arrivi di richiedenti asilo.
Riteniamo che quella in cui ci troviamo sia la condizione peggiore e più pericolosa per il nostro territorio, pertanto, chiediamo nuovamente all’amministrazione comunale di rendere noto alla cittadinanza in che modo si sta muovendo per trovare un argine all’arrivo di nuovi richiedenti asilo. Questa situazione è fuori controllo,e rischiamo che a Tortoreto possa essere mandato un numero sempre crescente ed incontrollato di migranti.
Tale incertezza, determina nella cittadinanza preoccupazione e malcontento. Ne è la prova la raccolta delle firme che sta continuando nella zona di San Giovanni di Tortoreto dove in una sola settimana sono state raccolte dai cittadini ben 200 firme contro l’arrivo di nuovi richiedenti asilo. A questi cittadini della contrada San Giovanni si stanno per aggiungere altri gruppi di persone, associazioni e partiti che inizieranno a raccogliere firme attraverso dei tavoli sul territorio tortoretano. Tutto questo ci rammarica,e sta accadendo perché l’amministrazione sembra non adoperarsi né per integrare i migranti, né per bloccare nuovi arrivi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...