Attualità

GOMMEUR/ TUTTI ASSOLTI PERCHE’ IL FATTO NON SUSSISTE DALL’ ACCUSA DI CORRUZIONE E ABUSO D’UFFICIO

Nel tardo pomeriggio di oggi, il giudice Giovanni Cirillo del tribunale di Teramo, ha pronunciato il dispositivo in merito a Gommeur e il suo vertice.

Ha così assolto la signora Evelina Ettorre con i signori Francesco ed Enrico Massi nonché la società Gommeur srl, da tutti i reati contestati, gli stessi si riferivano a corruzione e abuso d’ufficio, la sentenza ai sensi dell’articolo 530 comma 1 del codice di procedura penale è stata pronunciata con la formula “perché il fatto non sussiste”.

Questa formula assolutoria è la più ampia e la più favorevole.

 

Con questa assoluzione in cui Gommeur ha sempre creduto, si conferma la capacità e la fiducia nella giustizia e soprattutto riscatta la reputazione dell’impresa, in particolare nei confronti di tutti i suoi clienti, si legge in una nota dell’azienda.

3 risposte »

  1. Processiamo inquirenti e p.m. delle indagini. Se hanno preso una cantonata devono pagare per l’errore.
    BASTA INTOCCABILITA’ E NON RESPONSABILITA’.

  2. Leggendo i commenti sono felice di annotare di non essere il solo a pensare che qualcosa di sbagliato nel rapporto tra magistratura e società civile c’è, in particolar modo nei confronti degli organi di stampa!
    A Teramo, tanto per non andare troppo lontani, da anni assistiamo a magistrati particolarmente attivi nell’inviare veline agli organi di stampa e ad effettuare mini conferenze stampa ai giornalisti più benevoli nei loro confronti, salvo poi inanellare sconfitte dinanzi al giudizio della legge (i più attenti sapranno a chi mi riferisco).

    Vogliamo cominciare a dare meno spazio ai sensazionalismi e maggior spazio alle sentenze? Vogliamo cominciare a pensare che l’imputato è (secondo costituzione) innocente fino a prova contraria, e che le prime pagine dei giornali portano spesso momenti di drammaticità professionale, familiare ed economica, anche quando poi l’imputato viene assolto dalla causa?

    La penna, spesso, ferisce molto più della spada, ma certi “servitori dello stato” possono continuare a non curarsene e fare una carriera più incline all’immagine piuttosto che sulla legge.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...