Attualità

DIREZIONE ITALIA RISPONDE AL PROFESSOR DI MARCO: «LA POLITICA TERAMANA DIMENTICA I CITTADINI»

Ospitiamo la nota di Direzione Italia, che riprende e commenta l’intervento del professor Carlo Di Marco, ospitato (qui) sul nostro sito

 

 

“…si deve registrare il disinteresse della politica del palazzo comunale a cui mai è sorta in mente l’opportunità di aprire un tavolo di lavoro con le realtà civiche del territorio (i vari Comitati)…”

Cit. Prof. Di Marco Carlo

 

Noi di Direzione Italia Teramo riprendiamo e condividiamo il pensiero, già nostro, del costituzionalista teramano perché da tempo riteniamo che la politica teramana abbia lasciato in secondo piano i cittadini. Lo abbiamo dichiarato pubblicamente e, ancor più importante, abbiamo messo in campo, in tempi non sospetti, iniziative che ci permettono di lavorare con i cittadini e con “le realtà civiche del territorio”. I comitati (di qualsiasi genere) e le associazioni sono e devono restare libere forme di aggregazione di persone estremamente utili all’attività politica seria. Per due motivi. In primis perché danno voce a tutti i cittadini e in secondo luogo perché sintetizzano gli interessi di un gruppo in una sola persona giuridica, in una sola voce. Con l’aiuto di comitati e associazioni, in altri termini, si può fare politica seria. La politica incentrata sulla vera amministrazione della cosa pubblica. La politica che si fa portavoce delle problematiche, delle esigenze e degli interessi di una comunità. Il nostro Segretario provinciale Rudy Di Stefano ha ripetutamente sollecitato la precedente amministrazione comunale di adottare un Regolamento dei Comitati di Quartiere e Frazioni; ma invano. Noi, però, nei fatti continuiamo a credere nell’utilità delle realtà civiche, come dimostra il “Dibattito sulla Democrazia Partecipativa” dello scorso 16 novembre da noi organizzato e a cui ha dato il suo prezioso contributo il Prof. Carlo Di Marco, Presidente dell’associazione culturale Demos. Sappiamo che abbiamo preso la Direzione Giusta. La nostra iniziativa #ScegliLaTuaTeramo ha avuto un inimmaginabile successo per un semplice motivo: al centro del progetto c’è il cittadino, sia come singolo che come membro di un comitato o associazione. E siamo sicuri che lo stesso sarà per #SeIoFossiSindaco, iniziativa che presenteremo il prossimo gennaio. La “politica teramana disinteressata” di cui parla il Prof. Di Marco, per noi, è quella politica di bassa leva che esclude invece di includere; che preferisce un commissario piuttosto che dar voce ai suoi concittadini; che ci ha mostrato la “politica delle poltrone” fino a poche settimane fa. E che in campagna elettorale, con la fisiologica scarsa credibilità, sicuramente parlerà di inclusione dei cittadini e di programma condiviso. E dalla quale ci dissociamo fermamente perché non ne condividiamo valori e modi di fare. Infatti noi siamo orgogliosamente il primo vero esperimento di programma elettorale partecipato nel panorama politico teramano. E continueremo verso questa direzione perché la vostra partecipazione ed il vostro calore ci confermano che stiamo facendo bene! Fortunatamente sappiamo che i teramani sono intelligenti e hanno una buona memoria.

Cogliamo l’occasione per augurare un Buon Natale a tutti voi che ci seguite, a voi che non ci seguite e alla Città di Teramo, con l’auspicio di prendere la #DirezioneGiusta!

Categorie:Attualità

5 risposte »

  1. Siamo in campagna elettorale e si vede. Direzione Italia lo è gia’ da tempo, addirittura mesi fa invocando le elezioni subito avevano pure ufficializzato una loro lista elettorale. Come suo stile e modo di fare Rudy Di Stefano vorrebbe usare i comitati e le associazioni per propri fini di natura elettorale questo lo hanno capito anche le capre.

  2. Condivido tutto di quel che scrive anonimo. Direzione Italia ad ogni problema scoprono l’acqua calda come se per sette anni fossero vissuti sulla luna.

    • Artieri non credere siafacile farsi rispettare da Gatti quando fai parte della sua compagine amministrativa…Ti garantisco che è dura avere a che fare con quel despota e per di più non si fa conoscere bene ma resta quasi sempre dietro le quinte…Ad oggi Rudy ha fatto benissimo prendere politicamente le distanze dal “felino”👍

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...