Attualità

COMMERCIANTE PICCHIATO NEL SUO NEGOZIO NEL PRIMO GIORNO DEDICATO AI SALDI

«Dopo 2 ore di ospedale .. dopo aver chiuso lo store pieno di gente nel primo giorno di saldi ,dopo aver rimediato la rottura di due denti , posso dire che sono senza parole !!! I carabinieri le telecamere e il mio avvocato faranno il resto!!! Nel 2018 esiste ancora uno studio di rappresentanza cosi…che manda il proprio rappresentante con un amico a gambizzare un negoziante nel proprio negozio nonostante l’assegno pagato regolarmente solo per aver chiesto DI CAMBIARE tre modelli da donna con modelli da uomo che avevo ordinato !!!». Ha destato stupore e non poche queste parole scritte ieri sera sulla pagina facebook di un commerciante di Giulianova: Fabio Capriotti (nella foto) una volta tornato dal pronto soccorso per farsi prestare le cure del caso.

Capriotti sarebbe stato picchiato all’intrno del suo negozio di abbigliamento dopo una discussione per motivi commerciali con un rappresentante.

Doppo avere pubblicato questo post, Capriotti ha subito ricevuto numerosi attestati di solidarietà da parte di colleghi, amici e anche di qualche esponente politico.
Il mese scorso, sempre in via Sauro, c’era stata un’altra aggressione, ma maturata in circostanze del tutto diverse: in
quell’occasione un barista era stato picchiato da un cliente, un atto di violenza che aveva suscitato una forte reazione da
parte dei commercianti della strada che il giorno dopo avevano organizzato una manifestazione di protesta per chiedere più sicurezza.

Categorie:Attualità

Con tag:,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...