Attualità

LA REGIONE PORTA VIA I RIFIUTI DAL CIRSU, L’ OPERAZIONE COSTERA’ UN MILIONE DI EURO

Una buona notizia arriva per il Cirsu di Notaresco. Saranno tolti i rifiuti dall’impianto di Grasciano. A decidere è la Regione, dove ieri si è svolta una riunione importante  per il futuro dei rifiuti custoditi nell’impianto. Si tratta di tremila tonnellate di sovvalli, residui del rifiuto urbano trattato che fanno capo all’attività ex Sogesa e di 8-9mila tonnellate di frazioni derivanti dal trattamento di rifiuti organici, di competenza del Csa. Nel primo caso la competenza è della curatela, nel secondo è del Csa, che avrebbe dovuto smaltirli entro il 31 dicembre 2017 ma non lo ha fatto. E nella riunione di ieri, la curatela che è titolare dell’autorizzazione dell’impianto ha chiesto alla Regione di intervenire, vista una serie di situazioni critiche che si sono verificate ultimamente, compresi gli ultimi due incendi. La Regione dunque considerando l’inadempienza del Csa a smaltire i propri rifiuti e il fatto che da anni lo stesso impianto ospita i sovvalli Sogesa, ha deciso che ci sono le condizioni igienico-sanitarie tali da indurre a un intervento immediato. Così entro la prossima settimana si darà il via al procedimento di smaltimento di tutti i rifiuti. Il costo dell’operazione non sarà trascurabile, più di un milione, che la Regione chiederà indietro al nuovo concessionario.

Sabato 10 febbraio (ore 9,30) intanto gli ex operai di Sogesa manifesteranno davanti ai cancelli del Cirsu chiedendo maggiore attenzione non solo per la salute pubblica ma vigilanza assoluta su un impianto non da oggi nell’occhio del ciclone.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...