R+News Diretta Streaming

Diretta Live Streaming

chiudi
×

Avviso

Non ci sono cétégorie

WhatsApp_Image_2019-05-26_at_19.52.41.jpeg

Se ne è andato Berardo Porretti “lu gummist”. Si è spento oggi, circondato dal l’affetto dei suoi familiari. Era un uomo per bene, un figlio di quella Teramo che non esiste più, quella scolpita nei ritmi possibili della sana provincia italiana. Per anni, per tantissimi anni la sua piccola officina, quasi appoggiata sull’angolo tra via Riccitelli e viale Crucioli, era stata il riferimento primo, immediato di chiunque avesse una “gomma” da riparare. Da quel suo piccolo osservatorio privilegiato ha visto cambiare il mondo, anche il suo, con l’arrivo delle grandi catene di gommisti, quelli super accessoriati, così diversi da lui che, “perché così non si sbaglia”, cercava i buchi con le bollicine di una bacinella d’acqua. Che fosse una bicicletta, un motorino o una macchina non faceva differenza, un po’ di mastice dall’odore indimenticabile, una toppa magari rimediata tagliando una vecchia camera d’aria e via, riparazione fatta. A cinquemila lire, ma “vanno bene anche quattro”. Era un signore, nei modi e nei toni. Ciao Berardo, teramano vero.

Foto: Pierluigi Cipolletti

Attualità

Cronaca

Politica

Sanità

Sport

Elezioni