×

Avviso

Non ci sono cétégorie

simbolo legancsIl futuro di Silvi passa anche attraverso la bellezza. Una bellezza che deve essere a disposizione di tutti, dei cittadini innanzitutto, ma anche dei turisti, di chi abita sulla costa, nelle frazioni o nelle contrade, e di chi vive nella parte alta del paese.

<C’è necessità di ritornare al decoro urbano degli anni migliori – ha sottolineato il candidato sindaco della coalizione di centrodestra, Andrea Scordella - perché la nostra città è ormai ovunque in uno stato di degrado. Sono tante le attività che si possono mettere in cantiere, anche senza dover sostenere costi esagerati, anzi spesso con la collaborazione dei cittadini e dei commercianti>.

I punti qualificanti su cui Andrea Scordella vorrà lavorare sin dal primo giorno dopo le elezioni, insieme alla sua maggioranza e a tutti coloro che tengono a far diventare bella Silvi, sono la manutenzione ordinaria, l'arredo urbano, la riqualificazione delle aree verdi, il recupero del patrimonio edilizio, gli interventi che salvaguardano il paesaggio e l'ambiente, con la massima attenzione alla sostenibilità.

<Silvi deve cambiare completamente volto – ha concluso Andea Scordella – tra i nostri obiettivi c’è la riqualificazione dei parchi gioco e degli impianti sportivi, anche con l'obiettivo di catturare turisti, sapendo accogliere le nuove generazioni, offrendo loro opportunità di una migliore qualità di vita e di divertimento. Non da ultimo è necessario uno studio di fattibilità per l’abbattimento delle barriere architettoniche, attraverso un progetto di inclusione sociale mirato anch’esso ad una città capace di offrire la possibilità di turismo a ognuno. Per riuscire meglio in questo intento voglio creare sinergie con le università di Teramo e di Pescara-Chieti, mettendo a disposizione ogni soluzione utile per una fattiva collaborazione a livello istituzionale, sia progettuale che operativa. Sarebbe l'inizio di un percorso comune per far diventare bella Silvi>.

Attualità

Cronaca

Politica

Sanità

Sport

Elezioni