×

Avviso

Non ci sono cétégorie

cavallari 1024x363All’esito del risultato delle elezioni amministrative che mi vedevano candidato Sindaco per il Comune di Teramo, per prima cosa, voglio ringraziare mia moglie Antonella, le mie figlie, i miei genitori, mia sorella e mio cognato che, nel periodo della campagna elettorale, mi hanno “sopportato” ogni volta che sono stato stanco, teso e assente. Ringrazio poi, di vero cuore, i collaboratori del mio comitato elettorale, gli amici e i candidati che hanno, tutti, lavorato davvero tanto per sostenermi.
Sono molto soddisfatto del risultato ottenuto, perché rappresenta un importante riconoscimento al nostro programma, un punto di partenza che va oltre le aspettative, sia nostre che di illustri sondaggisti.
Nel breve tempo di una rapida e confusa campagna elettorale, siamo riusciti a raccogliere il consenso del 10,24 % dei cittadini teramani che ci hanno consegnato la loro stima e fiducia, e per i quali già da ora cominceremo a lavorare con il massimo impegno per dare continuità al nostro progetto.
La mia candidatura, nel panorama di queste elezioni amministrative, è stata una sfida. Senza partiti e/o formazioni politiche in appoggio e, soprattutto, dopo quattro anni di assenza dalla scena politica teramana, ripartivo da zero. Tutto quel che è venuto è stato il frutto del mio impegno, dell’impegno dei miei candidati e di tutti coloro che mi hanno sostenuto.
Ritengo che il nostro possa considerarsi un risultato eclatante: aver trovato il 10,24 % di spazio tra destra, sinistra e M5s, in splendida solitudine e con una lista fatta esclusivamente di neofiti della politica, è la dimostrazione di un peso politico importante in questa Città.
Ora non si tratta più di sensazioni, di sondaggi pre elettorali e di previsioni, ma di numeri veri.
Bella Teramo prende più della lista del PD, più di quella di Gianguido D’Alberto e più di quella di Mauro Di Dalmazio.
Questo, per parlare solo dei competitor di un’area che si definiva “civica”, perché se andiamo a vedere, poi, le liste di centrodestra (in 6 hanno preso il 34,63 %), possiamo essere ancora più soddisfatti.
Noi partiamo da qui. Da un progetto che, dal nulla, è arrivato nel cuore e nelle teste di oltre 3000 teramani.
Cresceremo ancora, ve lo prometto!

Giovanni Cavallari

Attualità

Cronaca

Politica

Sanità

Sport

Elezioni