×

Avviso

Non ci sono cétégorie

artemisia 768x221La comunicazione politica merita un cenno, forse anche due, di attenzione fosse solo perché la subiamo tutti i giorni. In questo caso trattasi di comunicazione di massa quindi giornali, radio, televisione e social network.
Il comunicatore politico è la professione più trendy del momento e , se vogliamo, non richiede neppure studi particolari solo se muniti delle giuste conoscenze.
Qui in Abruzzo, si intende.
Berlusconi , Renzi, Salvini, Trump e 5Stelle, ognuno ha la sua:
Berlusconi è un fuoriclasse nelle campagne elettorali ma il suo neo è usare i social come una tv, impacchetta video e riciccia apparizioni televisive che hanno segnato la storia della politica italiana;
Renzi ha avuto alle spalle una grande squadra di comunicazione che ha, quasi sempre, indovinato il messaggio da trasmettere.
Peccato, però , che nelle sue interviste lasciasse poi trasparire la spocchiosità che lo caratterizza;
Salvini comunica in modo genuino e, per questo, efficace ma , a differenza di Trump, non si modula.
Trump è estremista se si rivolge all’estrema destra ma è in grado di atteggiamenti e parole più soft quando si tratta delle sorti degli USA.
Sarà per questo che il Presidente Mattarella tentenna con Salvini e i 5S ?!
5S che hanno fatto del web il loro cavallo di battaglia pur cambiando il programma più volte e a seconda della necessità elettorale.
Dalle stelle a “ casa nostra”:
l’Abruzzo è indietro di vari lustri sulla comunicazione.
Qui basta raggiungere uno degli scranni più alti per diventare, all’istante, comunicatori di professione o per far fare la scalata ai propri yesman.
Rifletteteci, spulciate tra i vari link sulla trasparenza e sottoscriverete in massa le mie parole.
Ai “ neo “ comunicatori sfuggono concetti basilari come comunicare contenuti credibili;cercare il giusto equilibrio tra pathos e logos;parlare chiaro, evitando slogan e frasi ad effetto; creare ponti e non muri e ascoltare.
La frase più ricorrente della metà dei candidati a Sindaco su Teramo è “ sogno per Teramo”, eh su ... il libro dei sogni , lo definisce così la Deputata Morani, il contratto di governo giallo verde.
La politica dovrebbe essere il fare per la città e , la comunicazione politica, dovrebbe essere il cuscinetto verbale tra i candidati e l’elettorato.
Teramo comunica alla grande da otto /nove anni a questa parte ma comunicano ancor di più i link sulla trasparenza, per il famoso giglio magico.
La famosa casta nostrana!

Artemisia

Attualità

Cronaca

Politica

Sanità

Sport

Elezioni