Attualità

VIDEO/ LA PROCURA DI TERAMO SEQUESTRA LA CONGLOBIT DELLA FAMIGLIA DI ELEUTERIO

A un anno dall’avvio delle indagini, dopo un esposto di alcuni residenti, il fascicolo sul presunto inquinamento ambientale nell’ex cava di Garrano di Teramo arriva ad un primo punto fermo. Oggi, su provvedimento del gip Roberto Veneziano, è stato sequestrato dell’impianto di trattamento d’inerti e produzione di bitume della Conglobit, sequestro chiesto dal pm Luca Sciarretta, titolare del fascicolo, nell’ambito delle indagini su presunte violazioni ambientali che andrebbero dall’emissione di fumi fino al non corretto smaltimento dei rifiuti. Nel fascicolo risulta al momento indagato il titolare dell’impianto, imprenditore del Teramano, con la Procura che starebbe effettuando approfondimenti anche sulla strada d’accesso al sito. L’inchiesta era scattata ad aprile dello scorso anno, dopo un esposto presentato da alcuni residenti che denunciavano un presunto inquinamento dell’area. Esposto al quale, dopo alcuni giorni erano seguiti sopralluoghi e prelievi da parte di Forestale, ufficio Urbanistica del Comune di Teramo, Provincia ed Arta.

GUARDA IL SERVIZIO CON LA DENUNCIA DI UN ANNO FA

Categorie:Attualità

Con tag:,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...