Attualità

IL FAMOSO ASSE DEL CSX GIULIANOVA-L’AQUILA-ROMA…E’ FALLITO!

Il famoso asse del CSX  Giulianova-L’Aquila-Roma… e’ fallito!
Non va bene nulla… eppure il PD se la ride, pare che in città, in Regione e lì a “Roma”, non vedano cosa accade fuori dai Palazzi che occupano, beati e baldanzosi, rimangono ancorati alle loro nasse, augurando una “buona giornata” con un ampio, disteso e sinistro sorriso.
Ai cittadini delusi, abbandonati, tassati e tartassati è tolto quasi tutto compresa  la speranza di un buon governo, facendo rimanere tali  i “progetti”  che sponsorizzano, acclamano, diffondono e sostengono per conquistare il voto dei cittadini.
Il  Governo Renzi, non eletto dal popolo, in tre anni di vita ha lavorato per legittimare se stesso ed alcuni suoi amici, correndo  dietro ad un fantomatico referendum, legge elettorale dichiarata incostituzionale che nessuno aveva chiesto, il tutto in un mare di emolumenti, stipendi, rimborsi e pensioni d’oro, concedendo nel frattempo, questo sì, ai cittadini ormai stremati e legittimati per il solo fatto di essere italiani, qualche euro ed al massimo la possibilità di potersi difendere “di notte” con la pistola da eventuali delinquenti che entrano nelle proprie case!
Per questo ed altro ancora, i cittadini lavoratori, oggi, danno allo Stato, alle Regioni  ed ai Comuni oltre il 50% dei propri guadagni, pagando le tasse, utilizzate dai nostri governanti, non di certo per creare città a misura d’uomo o servizi migliori, ma per incrementare gli introiti dei poteri forti, basti pensare all’ultimo degli scandali sotto il sole quello del nostro Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei ministri ed al suo sorriso: l’Elena di Montevarchi.
Festeggiano con pranzi e lazzi ora con Obama alla festa dei Democratici rimanendo saldi alle loro nasse come dei mitili neri che neanche più la forza del mare stacca, perchè il governo non cadrà per colpa di Maria Elena Boschi, mentre infuria il nuovo caso Boschi e Banca Etruria sull’onda delle del libro di Ferruccio De Bortoli, come è accaduto ad referendum “di Renzi” loro non mollano , almeno fino allo scadere del tempo utile per la pensione, settembre 2017!                                                      Il governo, con  i suoi ministri, annaspa in una melma di affari di strana politica pro banche e contra cittadini,eppure se la ridono… son contenti!
Nel frattempo, nella nostra Regione, dopo tre anni, svanivano le promesse e le speranze, tanto vantate e totalmente disattese dal gaudente Governatore D’Alfonso, fatte agli Abruzzesi ed alla poco considerata provincia Teramana, basti pensare ai difficili momenti dell’inverno appena trascorso,  facendoci vivere un periodo di pura decadenza sotto tutti i punti di vista.
Che dire poi… della nostra città e del famoso progetto Giulianova 2020, da realizzare con una giunta di talenti. Il Sindaco Mastromauro prima di impegnarsi a costruire la città del futuro, ha dovuto  e deve pensare di ricollocare se stesso, trovando, tra varie alchimie, uno spazio stabile che gli possa garantire la futura visibilità politica ed allora si può essere Bersaniani convinti, poi Renziani e PD doc, ma, se lo spazio si restringe, si può diventare art. 1 MPA, tutto in funzione di un ideale, trovare comoda casa… e magari essere il primo in Italia ad occuparla.
La nostra città non presenta nulla di nuovo sotto il sole, nessuna opera pubblica, nessun decoro, nessuna pulizia, eppure il nostro Sindaco è riuscito nel volgere degli ormai circa otto anni di governo a distruggere le nostre zone verdi, poche e malconce, ha inserito chioschi qua e là, ha confezionato manifestazioni turistiche e mercatini residuali di dubbio gusto nelle nostre vie principali. E’ riuscito a creare dissapori ed astio tra i vecchi Compagni, lasciandoli per nuovi amici trasversali, ha fatto strane alleanze comode e poco rischiose pur di rimanere attaccato alla sua nassa della nostra casa Comunale… ed anche lui è contento e sorride!                                                         I cittadini sono stanchi, anche e di più quelli che lo hanno votato, perché si sentono traditi, presi in giro, abbandonati, dimenticati e non considerati.
Dai loro fallimenti vogliamo rinascere vogliamo dare segni concreti del fare per far tornare Giulianova bella pulita ed in crescita, vogliamo che il CDX sia insieme leale compatto ed unito pronto a fronteggiare quelli che hanno poco e male, governato la città. Sottoscrivere un “Patto di lealtà” da offrire come cambiamento allo stato attuale e dire basta al loro potere.                         Viva la nostra città ed i giuliesi!

FDI-AN Giulianova

Categorie:Attualità

Con tag:,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...