Lettere al direttore

LETTERA AL DIRETTORE/ «LO ZEN E L’ARTE DI ESSERE UN CITTADINO»

Gentile Direttore,

non sono uno stupido nè voglio essere un correo.

Non sono uno stupido perché sono in grado di capire che, se lo Stato ha tre poteri, tutti e tre devono essere democratici: concessi rigorosamente a tempo determinato. Non sono uno stupido perché ben comprendo che, andando a votare per scegliere un mio rappresentante al potere legislativo, senza che siano stati prima resi democratici tanto il potere amministrativo quanto quello giudiziario, di fatto avrò concesso al governo dei poteri anomali. Infatti, se il potere legislativo è affiancato da un potere amministrativo e giudiziario composto da persone che tornano ad essere comuni cittadini alla fine di un mandato temporaneo, allora, sì, verranno emesse leggi giuste, corrette, appropriate, curanti i reali interessi dell’individuo e della collettività. Ma, se il potere legislativo poggia su di un potere amministrativo e giudiziario composto da persone che mai tornano ad essere comuni cittadini, da membri di una casta tiranna d’origine monarchico-fascista, allora verranno emesse le peggiori leggi immaginabili, tese ad accontentare ogni cricca, elite, lobby e mafia, mai realizzando i reali interessi delle persone e della società. Non sono uno stupido e ragiono.

E non voglio essere un correo. Perché ben sapendo in quanti siano stati assunti a vita nelle nostre Istituzioni tramite un grave atto di corruzione, col criminale sistema del voto di scambio, ben sapendo che, proprio perché trattasi di pubblici dipendenti assunti a vita, le nostre Istituzioni sono, devono per forza di cose, essere ancora popolate da gente che ha tradito, truffato e derubato il popolo italiano, non taccio bensì mi alzo in piedi a reclamare Istituzioni, le sacre Istituzioni del Paese che amo ed al cui servizio devotamente mi pongo essendone cittadino, controllate con cura e certificate libere da chiunque sia stato assunto a vita con un atto di corruzione.

Non sono uno stupido nè voglio essere un correo. Non sono uno stupido e per questo non tornerò a votare senza che prima il Pubblico Impiego (il sistema col quale vengono concessi tanto il potere amministrativo quanto il potere giudiziario) non sia posto soggetto ad un democratico rigoroso mandato pro tempore: a tempo determinato. Non voglio essere un correo per cui non taccio di fronte ad un sistema statale che non si cura di controllare le Istituzioni, dipendente per dipendente, per liberarle da quelli che vi si sono inseriti in modo disonesto e che quindi non solo non hanno alcun diritto di starvi ma devono ancora pagare in ottemperanza alle Leggi dello Stato.

Non sono uno stupido nè voglio essere un correo. E chiedo: ce ne sono altri come me?

Perché se ce ne fossero, e la sorte voglia ce ne siano in abbondanza, non potremmo non considerarci tutti Padri di una nuova era in cui la Democrazia, da sbrigativa elemosina limitata al solo potere legislativo, potrà infine abbracciare forte e beneficiare anche il potere amministrativo e giudiziario. Se mai supereremo quest’epoca di tirannide e dispotismo spacciate per democrazia, se mai anche gli altri due poteri diverranno infine democratici, per forza di cose ciò avverrà grazie al nostro lavoro.

Grazie a noi e solo a noi: a quei veri cittadini che non accettano una ignorante sudditanza.

Lo Stato ha tre poteri e tutti e tre devono essere democratici. I pubblici dipendenti del potere amministrativo, giudiziario e legislativo devono TUTTI tornarsene alle loro case alla fine di un democratico mandato pro tempore: a tempo determinato. Nessuno più deve permettersi di pensare d’essere superiore alla regola democratica. Tantomeno sulla base di una paventata professionalità ch’è invece mero professionismo: becero attaccamento al posto fisso ed alla carriera e totale disinteresse di quanto lo status democratico della nostra Res Publica richieda. Ordunque: ce ne sono altri come me? Si risveglino ora le coscienze. Prima che la tecnologia le cancelli del tutto.

A breve reinizierò un nuovo digiuno per portare l’attenzione su quanto sopra detto.
Sarò lieto se con me vorranno digiunare, anche per pochi giorni, altri veri cittadini.

Danilo D’Antonio
Monti della Laga

http://dantonio.tk

Civilmente, legalmente, pacificamente,
rendiamo democratico l’intero Pianeta!

STATO DEMOCRATICO: APERTO E PARTECIPATO
http://Stato-Democratico.tk/

1 risposta »

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...