Attualità

FOTO/SICUREZZA, PULIZIA, DECORO, SEDE DEL QUARTIERE…PER FAR TORNARE ALLA NORMALITA’ SANTA MARIA A BITETTO

Lettera Aperta

         In data 5 ottobre 2017 alle ore 19,00 si è tenuta in “Piazzetta del Sole”la riunione del quartiere “Santa Maria a Bitetto” presieduta dal presidente, prof.ssa Maria Dea Di Giuseppe Bonolis.

         Nutrita la partecipazione dei residenti, cui si sono aggiunti l’Assessore Franco Fracassa e il Consigliere Gianguido D’Alberto.

         L’assemblea è iniziata con una breve esposizione dei risultati ottenuti dopo il sit-in del 18 settembre u. s., alla presenza del Sindaco Maurizio Brucchi, dell’Assessore Franco Fracassa e dei Consiglieri Gianguido D’Albero, Flavio Bartolini, Gianluca Pomante, Ilaria De Santis, e con l’intervento di esponenti dei Carabinieri e di altri Corpi di polizia.

       Dalla susseguente discussione, franca e partecipata, sono emerse alcune emergenze che di seguito vengono riportate.

 

SICUREZZA

E’ indubbio che maggiori controlli siano stati attuati da parte delle Forze dell’Ordine, tanto è vero che nei giorni successivi al sit-in citato, la Divisione Anticrimine della Questura, sulla base del lavoro svolto dalle stesse forze dell’ordine (Carabinieri, Finanza, Polizia e Vigili Urbani), ha emesso una serie di provvedimenti restrittivi, nello specifico: n.1 avviso orale e n. 5 divieti di ritorno in Piazzetta del Sole a carico di tossicodipendenti e delinquenti abituali.

Da una ricognizione effettuata in tutto il quartiere, di cui si allega idonea documentazione fotografica, sono state evidenziate diverse diffuse criticità che l’assemblea ha deciso di porre all’attenzione del Sindaco, del Consiglio Comunale e di tutte le Istituzioni coinvolte.

         In particolar modo i residenti hanno sollevato la carenza di pubblica illuminazione a partire da Piazzetta del Sole e vie adiacenti, la necessità di istallare telecamere come ulteriore modalità di controllo efficiente della situazione di degrado, che non riesce ad essere risolta con il passaggio, seppur quotidiano, delle forze dell’ordine in generale.

     A questo proposito, comunque, il Sindaco, unitamente al Colonnello Naselli dei Carabinieri, ha annunciato una rafforzamento dell’Illuminazione pubblica e l’attivazione di un impiantodi videosorveglianza, da attuarsi nel medio e lungo termine.

 

PULIZIA E DECORO

Maggiore attenzione per quanto riguarda la pulizia e l’igiene di tutte le via del quartiere Santa Maria a Bitetto. L’assemblea ha apprezzato la proposta dell’Assessore Roberto Canzio, di poche settimane fa, circa l’istallazione di nuovi cestini chiusi al fine di evitare le piccole e costanti discariche abusive presenti in tutto il quartiere, soprattutto nelle area in prossimità dei contenitori portarifiuti stradali.

Durante la serata si è discusso affinchél’Amministrazione provveda ad intimare ai proprietari privati, la pulizia del suolo pubblico occupato dalle impalcature, così come la pulizia dei giardini privati che giacciono in stato di abbandono con pericolo per la salute e l’igiene delle abitazioni limitrofe.

Grave inoltre è la situazione delle proprietà Comunali a partire dal Mercato Coperto ove si riscontrano finestre rotte, che ha determinato la proliferazione di colonie di piccioni all’interno della struttura stessa e la conseguente produzione di guano lungo le aree perimetrali. Per poi seguire con altre proprietà comunali, sempre ubicate nel quartiere e da anni in stato di abbandono; lo stesso si dica  per leimpalcature collocate lungo l’Istituto Braga.

Si segnala inoltre lo stato di perenne degrado dello slargo posto lungo Via Irelli, diventato per molti un luogo di discarica a cielo aperto.

Si porta all’attenzione anche la stradina che costeggia il mercato da Via Stazio a Piazza Verdi (lato pescheria) ove si osservano presenze di persone dedite allo spaccio all’alcol, utilizzando tale strada anche per soddisfare necessità corporali, circostanza questa che si verifica anche lungo il vico del Cigno.

E’ emerso inoltre un forte disagio in merito al parcheggio selvaggio cui ricorrono automobilisti non in possesso della specifica autorizzazione comunale, concessa ai residenti del quartiere.

LA SEDE DEL QUARTIERE

Il Presidente, in considerazione della momentanea impossibilità di usufruire della sede storica di Piazza Verdi, collocata all’interno del complesso che ospitava il LIceo Musicale oggi chiuso perché inagibile, richiede formalmente una nuova sede o quantomeno provvisoriamente, la possibilità di utilizzare una stanza di Casa Urbani, dove ha sede il Museo del Gatto, prospettando anche la possibilità di assumere la gestione di tale sito.

 

UTILIZZO DI PIAZZETTA DEL SOLE

Soltanto una volta bonificata la Piazzetta del Sole e il quartiere tutto, si potranno organizzare eventi. A tal proposito verrà inviata, alle varie Associazioni Culturali del territorio, una letteracon cui il Quartiere Santa Maria a Bitetto chiederà espressamente di inserire nei rispettivi calendari delle manifestazioni anche Piazzetta del Sole.

In ogni caso, si porta a conoscenza che già sono in programma alcune importanti manifestazioni che si svolgeranno in Piazzetta del Sole:

  • Lectus Domenica 8 ottobre c.a. alle ore 12,00;
  • Libriamoci manifestazione organizzata e promossa dall’Istituto Comprensivo Savini – San Giorgio – San Giuseppe, dal 22 al 28 ottobre c.a.;
  • San Martino in Piazzetta prevista per 11 novembre 2017;
  • Una serie di Giornate Ecologiche

Si invita inoltre il Comune a collocare in Piazzetta strutture ricreative per bambini che nella zona mancano e che possono essere viste come attrattiva per il quartiere.

 

5 risposte »

  1. Tutto bellissimo…
    – L’assemblea ha apprezzato la proposta dell’Assessore Roberto Canzio, di poche settimane fa, circa l’istallazione di nuovi cestini chiusi al fine di evitare le piccole e costanti discariche abusive presenti in tutto il quartiere, ..? Per quale motivo in tutto il quartiere e non in tutta la città Assessore Canzio ?

    – Durante la serata si è discusso affinché l’Amministrazione provveda ad intimare ai proprietari privati, la pulizia del suolo pubblico occupato dalle impalcature, così come la pulizia dei giardini privati…. Cioè ? Fino a prova contraria i ruderi con impalcatura e sporcizia sono da anni in stato di incuria ma di proprietà comunale, come la palazzina messa in sicurezza in via stazio con spazio interrato abbandonato da anni con erba alta e posto ideale per serpenti e ratti in Vico Del Pensiero con adiacente palazzina abitata da piu’ famiglie,oppure le impalcature che da anni sovrastano via Muzi sempre a ridosso di palazzina privata ,chi ha posizionato le impalcature un privato o il comune ? Perchè non abbattere tutto o punire i vari proprietari ?
    Le casette basse di Piazza del Sole di chi sono ?
    Per non parlare di chi senza nessuna regola si arroga il diritto di chiudere le varie vie al traffico per poter fare lavori privati nelle proprie abitazioni o ancora chi fa sparire un’ intera colonia felina senza un reale motivo forse la voglia di cacciare ( ma detto tra noi nel quartiere si sa chi è stato statt accuort ) quando appunto nel quartiere si è creato un Museo del Gatto (l’unico in Italia)

    Da cittadino mi aspetto dopo i faremo e i provvedimenti presi, i fatti dall’amministrazione comunale
    Grazie

  2. D’accordo su tutto. Altre zone in città sono in simile stato di incuria ed abbandono, specchio dell’incapacità totale dei ns. amministratori. L’opposizione poi non è che faccia tanto.
    Su una cosa ho da ridire: perché lì possono parcheggiare solo i residenti? Doveva essere un provvedimento sperimentale, ora dopo tantissimi anni o si estende a tutti gli altri quartieri del centro o si elimina.

    • Non mi risulta una situazione di gravità paragonabile a santa maria. A meno che anche lei non abbia sperimentato la piacevolissima sensazione di ritrovare tossici intenti a bucarsi in pieno giorno sui gradini di casa sua, ovvero, nella migliore delle ipotesi a defecarci e urinarci. In questo momento sarebbe opportuno che tutti gli abitanti del centro storico sostenessero con vero senso civico la.mobilitazione del quartiere, anche soltanto per il fatto che I gentili signori di cui sopra sono spesso in amena compagnia dei figli della cd. Teramo bene. Lo stato della piazzetta è un cancro che devasta gli abitanti del quartiere ma riguarda tutti I teramani.

      • Condivido il suo commento. Aggiungo che lo stato di degrado del resto del centro storico è dovuto in gran parte alla mancanza di senso civico di molti cittadini teramani che vi risiedono, i quali non si mobilitano, organizzandosi, nel denunciare tale situazione. Ad esempio, nessuno che si mobiliti per le numerosissime scritte con la vernice sui muri di molte vie e vicoli con slogan politici di taglio ideologico e altre amenità che si sono stratificate da almeno vent’anni a questa parte, proponendo o facendo la ripulitura di questi muri come in molte città italiane hanno fatto i loro cittadini. Se si operasse in questo modo l’amore per la nostra città salirebbe tantissimo e sarebbe indicativo del rapporto che i teramani hanno con essa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...