Attualità

LA DENUNCIA/ PATTUGLIE DELLA POLIZIA STRADALE ANNULLATE PER MANCANZA DI PERSONALE O DIROTTATE FUORI DALLE ARTERIE CITTADINE: «SIAMO AL COLLASSO»

Siamo al collasso. Solo due pattuglianti presso la Sezione Polstrada di Teramo ed otto presso i Distaccamenti di Giulianova e Pineto.

Con questi numeri non sarebbe sufficiente neanche giocare una partita a pallone se volessimo usare un termine di paragone ironico, ma non credo che possiamo più scherzare con questa realtà, mentre è necessario trovare urgenti soluzioni alla problematica.
Infatti aumentano gli incidenti con esiti mortali, i veicoli circolanti senza assicurazione, l’utenza indisciplinata che circola su strada pericolosamente e via dicendo e cosa si fa? Non si mettono pattuglie.
Alla faccia della sicurezza e delle tante chiacchiere spot di cui non abbiamo bisogno.

Per la grave carenza di personale la Polizia Stradale di Teramo non riesce quasi più a disporre servizi di pattugliamento stradale e garantire maggiore sicurezza della circolazione sulle strade della Provincia.
I servizi presso la locale Sala Operativa della Specialità vengono spesso annullati in orari serali e/o notturni, con disagio per l’utenza che dovesse segnalare situazioni di competenza della Polizia Stradale.
Questo accade perché anche in tale settore il numero del personale è insufficiente, solo quattro unità.
Viene richiesto ai colleghi sempre più spesso di rinunciare a poter programmare la propria vita privata perché si possa far fronte alle accresciute esigenze di servizio. Questo, spesso, significa rinunciare ad un riposo settimanale, a differire le ferie o prolungare il turno di lavoro oltre l’orario di servizio.
Ciò significa che si fa ricorso costantemente allo spirito di sacrificio e del dovere insito nel personale. Ma questo oramai non può bastare per garantire i necessari livelli di sicurezza dei cittadini perché i colleghi sono stanchi di subire questa situazione.
L’età media del personale è di circa 50 anni e non ha più la prontezza, l’energia e le condizioni per affrontare ogni giorno le problematiche di servizio suddette.
Si pensi che la pianta organica prevista dai decreti del 1989 stabiliva per la Sezione Polizia Stradale di Teramo almeno 42 unità di personale e 17 sia per il Distaccamento di Giulianova che di Pineto.
Attualmente la Sezione di Teramo conta 24 unità, ma solo due pattuglianti e 4 alla sala operativa, perché le attività burocratiche interne oggi richiedono un numero elevato di addetti per riuscire ad assolvere a tutte le incombenze richieste.
I due Distaccamenti contano ciascuno su 13 unità, di cui circa 8 addetti ai servizi di pattugliamento, che di conseguenza fa ricadere su di loro il maggior carico di lavoro in termini di pattuglie.
Non è concepibile che dalle 76 unità previste nel 1989 oggi si possa disporre solo di 50 poliziotti.
Le condizioni di lavoro attuali non sono assolutamente paragonabili alle esigenze del 1989, sia riguardo alle attività operative che quotidianamente sono richieste che per il ridotto organico, ma soprattutto per l’elevata età media del personale.
Questa è la delicata e concreta situazione che si presenta in Provincia di Teramo che riguarda la Polizia Stradale, il cui personale, tra l’altro, viene sovente impiegato anche in autostrada, sguarnendo totalmente, in quei casi, la viabilità ordinaria da quei controlli e quella vigilanza che rappresentano la sicurezza della circolazione, ovvero meno incidenti, più attenzione alla guida, meno rischi per l’incolumità collettiva.
L’auspicio del SIULP sia a livello locale che Nazionale è quello dove la politica si faccia concretamente carico delle problematiche della sicurezza e non solo a chiacchiere se realmente ha a cuore le sorti dei cittadini e quelle degli uomini e donne delle forze dell’ordine, quotidianamente impegnate, anche a costo della loro vita, a garantire l’esercizio democratico delle libertà previste nel nostro Paese.
Sull’argomento questa Segreteria chiederà un incontro con il Dirigente il Compartimento Polstrada per comprendere la posizione d’amministrazione al riguardo.

Il Segretario Generale Provinciale
DI GIANGIACOMO Giovanni

1 risposta »

  1. Se poi consideriamo (notizia di questi giorni) che nel 2015 il Sommerso e l’Illegale in Italia valgono 208 miliardi di Euro che potrebbero sostenere molte finanziare messe insieme per diversi anni, l’indignazione aumenta.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...