Attualità

VANDALI A COLLEATTERRATO, DIREZIONE ITALIA: «AFFIDIAMO I BENI AL COMITATO DI QUARTIERE»

“Apprendiamo dalla pagina FB del comitato di Quartiere di Colleatterrato Alto quello che anche noi, come loro, temevamo: continuano a verificarsi, da parte di persone senza alcun senso civico, danni sulle strutture pubbliche, in questo caso sono stati oggetto di atti vandalici gli spogliatoi del campetto da poco realizzato”.

Esordisce con queste parole Enrico Gambini, membro del Comitato Comunale di Direzione Italia, aggiungendo:

“Proprio 10 giorni fa, insieme ad altri delegati di Direzione italia, abbiamo sollecitato il Sindaco affinchè  venisse ripreso l’iter, interrotto circa due anni, per l’assegnazione di quei locali al Comitato di Quartiere.  Sia perché i rappresentanti del Comitato, oltre ad aver fatto richiesta di gestione in comodato dell’impianto da tempo immemore, gli stessi avevano fatto più incontri e lavorato al fianco degli allora Assessori Di Giovangiacomo e Di Stefano, per rendere l’opera che si stava realizzando il più possibile funzionale al Quartiere; sia perché, in maniera quasi profetica, avevo preannunciato il rischio che la struttura potesse divenire oggetto di atti vandalici, come purtroppo troppo spesso accade”.

Su questo argomento interviene anche il Segretario Provinciale di Direzione Italia Rudy Di Stefano che, all’epoca della realizzazione dell’opera ricopriva il ruolo di Assessore al Patrimonio Comunale, e che aveva cercato in tandem con il suo ex collega Giorgio Di Giovangiacomo (che ricopriva la carica di Assessore ai Lavori Pubblici), di consegnare l’opera in corso di realizzazione alla cittadinanza e, per rendere merito al ruolo svolto dal Comitato di Quartiere, iniziando l’iter burocratico per l’assegnazione in comodato di quei locali. Iter rimasto fermo al palo  all’indomani delle dimissioni da Assessore.

“Sul Patrimonio ormai si è fermi a circa due anni fa, tante sono le cose lasciate in sospeso da chi mi ha succeduto, ma questa è davvero eclatante e non ammette nessun tipo di giustificazione. Era già pronta la bozza di delibera di Giunta per l’assegnazione in comodato della struttura al Comitato di Quartiere di Colleatterrato Alto. Assegnazione che veniva fatta per due motivi ben precisi:
il primo, il rispetto dell’ordine cronologico di presentazione della richiesta;
il secondo, per rispetto del principio della territorialità;
cosi come previsto dall’apposito regolamento, che posso fornire a chi oggi si occupa di queste cose nel caso non ne fosse a conoscenza, cosi come posso fornire la bozza di delibera ai tempi preparata, proprio per evitare quello che ahimè è successo.”

Sull’argomento conclude Enrico Gambini che lancia un appello al Sindaco:

“ora è importante non perdere ulteriore tempo, bisogna riparare il danno e contestualmente portare avanti l’iter di assegnazione per la gestione del campetto. Non si può permettere che la passione e l’amore verso il proprio quartiere e più in generale verso il bene pubblico di un gruppo di ragazzi volenterosi, disposti a sacrificarsi per gestire in maniera gratuita una struttura pubblica, vengano oltraggiati da una gruppo di vandali e dall’inerzia di  questa Amministrazione. Pertanto chiedo al Sindaco, che per onor del vero aveva già convenuto con noi la necessità di riprendere l’iter, garantendo in tal senso un suo personale impegno, di dare seguito agli impegni presi con noi, ma soprattutto con il Comitato di Quartiere di Colleatterrato Alto”

Categorie:Attualità

1 risposta »

  1. Gli ex assessori di cui sopra non si sono interessati di fare passare il collaudo della struttura. Non capisco adesso cosa vogliono ancora inventarsi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...