Attualità

FOTO/ UNA PANCHINA ROSSA ALLA CITTA’ DI TERAMO CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Una panchina rossa in dono alla Città di Teramo per ricordare la giornata nazionale contro la violenza sulle donne e per lanciare un importante messaggio di rinascita nel segno della legalità e per contribuire alla riqualificazione di uno dei luoghi simbolo della Città: Piazzetta del sole. La cerimonia di consegna della panchina rossa, donata dalle associazioni Fidapa BPW Italy sezione di Teramo, Genius Loci di Teramo e l’associazione Onlus “Bambini di Betania” si è svolta questa mattina a partire dalle ore 11, alla presenza di numerose autorità del territorio e delle Forze dell’Ordine.

L’evento si è aperto con il corteo degli studenti della seconda A della seconda H della scuola media Zippilli, accompagnati dalla dirigente scolastica. Lia Valeri e dai loro insegnanti: Gabriella Ferraioli, Valentina Savini, Mauro Di Giuseppe, Ivana D’Alesio, Michele Dusi, Luca Matani, Francesca Bargiglione, I ragazzi sono stati protagonisti anche di un altro momento particolarmente toccante della cerimonia: l’apposizione di scarpe rosse vicino alla panchina in ricordo delle vittime del femminicidio. Ciascun studente ha declamato, davanti ad una compagna di scuola, gli articoli della Carta dei diritti della bambina, per poi recitare, tutti insieme, alcuni tratti salienti della Divina Commedia e una selezione di toccanti poesie tratte dal libro “La squadra vincente dei bambini di Betania, edito da Ricerche e Redazioni. La mattinata si è poi conclusa con la visita guidata al Museo del Gatto, a cura di Paola Di Felice, emerita direttrice del Polo museale di Teramo.

“Come FIDAPA Sezione Teramo – ha affermato la presidente Laura De Berardinis – dobbiamo promuovere un linguaggio giuridico, sociale e di costume che in modo chiaro e intelligente dica NO alla violenza contro le donne. Il femminicidio, che è il crimine più grave, va  combattuto attraverso una  legislazione più efficace ma anche attraverso una buona politica di prevenzione che coinvolga il mondo della scuola dell’obbligo e parta proprio dalla formazione dei più piccoli. Dobbiamo pensare ai nostri ragazzi come a “scrigni” portatori di valori e diritti umanitari. La Carta dei diritti della Bambina, con i suoi 9 articoli, contiene il seme primario che spezza ab origine il concepimento di ogni forma di violenza.  Diffondiamola. Infine nel donare oggi la panchina alla città di Teramo abbiamo voluto contribuire a sottolineare il NO deciso alla violenza contro la donna e a riqualificare piazzetta del Sole perché dove alberga la bellezza e armonia è più difficile che possa diffondersi la violenza”

“Abbiamo deciso come Genius Loci di Teramo- ha affermato la presidente Franca Di Carlo Giannella – di partecipare alla giornata contro la violenza alla donna e al contempo di donare una panchina rossa alla città di Teramo per contribuire alla riqualificazione di Piazzetta del Sole, un luogo significativo situato nel cuore del nostro centro storico. Ringraziamo il quartiere Santa Maria a Bitetto e in particolare l’Avv. Stefania Di Padova, referente degli abitanti della zona  per il supporto prestato e per la formazione effettuata attraverso la diffusione della Carta dei Diritti della bambina nelle scuole che hanno preso parte all’evento.”

“Dobbiamo promuovere la cultura della Pace – ha aggiunto Marialuisa Giangiulio Presidente Associazione Onlus I Bambini di Betania di Tortoreto – ed educare e ascoltare le nostre bambine. Dobbiamo fornire loro gli strumenti per renderle in grado di riconosce le diverse forme di violenza  affinché un domani, quando saranno donne, possano essere capaci di reagire e denunciare.”

Un ringraziamento particolare va a tutte le istituzioni intervenute, che sono state testimoni di un messaggio profondo e di grande sensibilità. Si ringraziano, in particolar modo, il Prefetto Graziella Maria Patrizi, che pur non avendo potuto partecipare in prima persona ha garantito la presenza del suo Vicario, Edoardo D’Alascio,il Questore Enrico De Simone, i rappresentanti di Polizia, Carabinieri, Guardia Di Finanza e i magistrati presenti, non in veste istituzionale ma come genitori dei ragazzi protagonisti dell’evento, Luciano Monticelli, consigliere regionale delegato alla Cultura, Valeria Misticoni, assessore alle Politiche sociali del Comune di Teramo, Renzo Di Sabatino, presidente della Provincia di Teramo, la professoressa Maria Dea Bonolis, punto di riferimento del quartiere, Franca Di Carlo Giannella, presidente dell’associazione Genius Loci di Teramo, Moreno Fieni, presidente del Bim Teramo, Manola Di Pasquale, Presidente dell’IZS Teramo, Piero Chiarini, presidentedell’associazione Teramo Nostra, Raffaella Martina De Rosa, avvocato e relatrice della Carta dei diritti della bambina, il Gruppo Podistico Amatori Teramo, il Presidente Giacomo Di Felice e tutti gli atleti presenti. Un grande grazie va infine all’artista Ivo Galassi, che ha scelto e portato all’evento due sculture simbolo per ribadire il suo NO alla violenza sulle donne: “Andromeda” e “Maschera di ferro”.

 

Categorie:Attualità

Con tag:,

1 risposta »

  1. Mi auguro e ci auguriamo che la panchina venga preservata nel tempo dalle possibili incurie alle quali potrebbe essere sottoposta. Sarà la prova che la nostra città ha veramente a cuore la lotta contro la violenza alle donne e ai beni pubblici.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...