×

Avviso

Non ci sono cétégorie

vigili 1024x316Sono attesi per oggi, a Teramo, i giudici del Guinnes, per la certificazione di un record probabilmente ineguagliabile, quello del più lungo lampeggìo semaforico della storia. Il semaforo di via Roma, a Teramo, è fuori uso da così tanto tempo, che si racconta che l’ultima auto che si è fermata al rosso avesse una manovella davanti al radiatore. Come quelle dei film muti, o delle comiche di Stanlio e Ollio, anche se questa non è affatto una comica, ma una farsa, perché se è vero che l’efficacia di una buona amministrazione la si intuisca nella cura dei dettagli, allora quel semaforo lampeggia a testimoniare l’assoluta disorganizzazione di chi, per legge e incarico, dovrebbe risistemare quell’impianto, anche alla luce dei rischi che quell’incrocio genera.

Invece, è spento.

Da tempo immemore.

Così come, da tempo, non si ricordano multe in aree della città che sembrano aver istituzionalizzato l’abuso. Passate in Via Campana o Piazza Cellini.. tanto per farvi un’idea. 

Adesso scriverò una cosa che mi renderà, lo so già, pienamente impopolare: credo, anzi sono convinto, che la Municipale teramana non possa farcela. Un po’ per la drammatica carenza di personale, un po’ per l’età non giovanissima degli agenti in servizio, un po’ - direbbe qualche maligno - perché in una piccola città ci si conosce un po’ tutti, fatto sta che le multe non sembrano essere proporzionate alla quantità delle infrazioni. Magari, si potrebbe fare come fanno Polizia e Carabinieri, scambiandosi le pattuglie.

Il Sindaco potrebbe fare una convenzione con il Collega di Giulianova o Roseto: la mattina Teramo manda 4 vigili a Giulianova e Giulianova manda 4 Vigili a Teramo. Nessuno conosce nessuno, in una città nuova si lavora anche con maggiori stimoli e la  trasferta potrrebbe essere coperta da una parte degli incassi  delle contravvenzioni. Oppure aspettiamo i giudici del Guinness anche per le multe mai fatte.

ADAMO

Attualità

Cronaca

Politica

Sanità

Sport

Elezioni