×

Avviso

Non ci sono cétégorie
d'aòessandrtIl noto fotografo teramano Stefano d'Alessandro, vincitore assieme alla moglie Amalia Falasca, di numerosi riconoscimenti nazionali ed internazionali, spinto dalla passione per il rugby trasmessagli dai figli Matteo e Nicolò, atleti delle categorie giovanili dell'Amatori rugby Teramo, ha messo la sua arte a disposizione del progetto rugbistico WHITI TE RA. Con l'intento di raccontare attraverso le immagini l'evoluzione del percorso della palla ovale teramana all'interno della Casa Circondariale di Castrogno, ha realizzato alcuni scatti durante la partita amichevole dei Papillons, squadra composta dai detenuti e una rappresentanza della Seniores teramana. Da semplici fotogrammi puramente documentaristici, gli scatti sono diventati una sorta di mosaico in grado di raccontare le emozioni del fotografo, a contatto per la prima volta con una realtà particolare come quella del carcere e quelli dei protagonisti dell'incontro. Attraverso la luce e le mille sfaccettature dei chiaroscuri Stefano è riuscito a isolare volti, emozioni e istanti rendendoli vivi agli occhi di qualunque osservatore. Quindici fotografie che raccontano storie di uomini che pagano il loro debito, detenuti che diventano giocatori motivati e rispettosi delle regole, di allenatori che credono nel potere della palla ovale come mezzo di condivisione e unione e non per ultimi di atleti che mettono a disposizione le loro conoscenze e abilità sportive per chi ha bisogno di un riscatto. Rabbia, energia, determinazione nel segnare una meta simbolica che va ben oltre quel pallone e quelle mura...questo e molto altro è racchiuso nella mostra fotografica “WHITI RE RA” che Stefano D'Alessandro allestirà il 3 ottobre presso lo spazio assegnato all'Amatori Rugby Teramo in Piazza Orsini, nel corso della manifestazione "Sportissimamente. Lo sport sotto le stelle".

Attualità

Cronaca

Politica

Sanità

Sport

Elezioni