×

Avviso

Non ci sono cétégorie
10351080_935821419871004_8695208102983447654_n 10464349_935821279871018_8404670771972528581_n 10394481_935821196537693_7683360924497737140_n 9599_935821186537694_8104025044664317450_n 12814275_935821139871032_3298680103727279324_n 1934047_935821119871034_2772811170866719193_n GUARDA IL SERVIZIO GUARDA IL SERVIZIO SU ANDROID   Il Masterplan attiverà investimenti per 120 milioni di euro. E' il calcolo economico dei progetti che interesseranno Teramo inseriti nello strumento di programmazione della Regione. Il punto della situazione, con relativo computo delle risorse sprigionate per finanziamenti da erogare e valore degli immobili coinvolti, è stato fatto ieri nel corso di un incontro all'università tra il governatore Luciano D'Alfonso e i rappresentanti delle principali istituzioni territoriali che contribuiranno all'attuazione degli interventi previsti a cominciare dal padrone di casa:  il rettore Luciano D'Amico. Lo stato di avanzamento degli interventi che incideranno sulla città è promosso a pieni voti dal governatore: il recupero dell'ex manicomio, il completamento della sede dell'istituto zooprofilattico e il riutilizzo dell'ex rettorato come casa dello studente e centro di cultura internazionale. Manca poco al via definitivo. Lunedì il governo ha definito i Masterplan che vanno avanti, ae l'Abruzzo è nel gruppo di testa e forse saremo la prima Regione a firmare: il 23 marzo.  Da riversare sul territorio ci sono 80 milioni di euro di fondi regionali, più altri 40 derivanti da ulteriori canali di finanziamento e dalla valorizzazione degli immobili.  A rimarcare il ruolo del Comune è il sindaco Maurizio Brucchi. Il primo cittadino fa riferimento all'ex manicomio, ma guarda anche al progetto della funicolare che collegherà la villa al campus universitario di Coste Sant'Agostino. Il recupero dell'ex psichiatrico, oltre all'ateneo, coinvolgerà anche la Asl proprietaria del complesso. Nel Masterplan figura anche il quarto lotto della Teramo-mare. Il rischio, affiorato nelle ultime ore, sull'eventuale introduzione del pedaggio è cancellato da D'Alfonso e dall'assessore regionale Dino Pepe: «I costi di realizzazione saranno a carico dello Stato».

Attualità

Cronaca

Politica

Sanità

Sport

Elezioni