R+News Diretta Streaming

Diretta Live Streaming

chiudi
×

Avviso

Non ci sono cétégorie

team 768x576Le Organizzazioni Sindacali: Cgil e Fiadel chiedono ai candidati sindaci per il Comune di Teramo di prendere in seria considerazione la possibilità di municipalizzare al 100% la società Te.Am.

«Una prospettiva interamente pubblica che metterebbe fine alla serie di problematiche avute, come noto con il socio privato, non ultimo la gara a doppio oggetto.

Costruire una società in house significherebbe aprire la Te.Am. anche ad altri Comuni che potrebbero entrare attraverso l’acquisizione di quote societarie e allo stesso tempo poter gestire i servizi senza passare per la procedura del bando di gara, pratica già percossa in altre realtà.

Un’operazione di questo tipo porterebbe giovamenti in termini di risparmi economici e miglioramento sostanziale dei servizi, azzerando ogni pur plausibile interesse economico di un socio privato.

E’ evidente che ormai le società miste pubblico-privato non hanno brillato per funzionalità ed economicità; tra le motivazioni l’impossibilità del pubblico , Ente appaltante e teoricamente deputato alla verifica, di controllare puntualmente tutto e la giustificata azione del privato a considerare la Te.Am. un’azienda all’interno della quale curare i propri interessi.

Gli interessi gestionali ed economico-finanziari del privato non sempre coincidono con gli interessi che il pubblico, nello specifico un Ente Comunale, ha l’obbligo di perseguire per rendere alla collettività un servizio che merita e per avere il quale paga significative tasse.

Come Organizzazioni Sindacali ci diciamo disponibili, come sempre, ad un confronto costruttivo», concludono i sindacati.

Attualità

Cronaca

Politica

Sanità

Sport

Elezioni