R+News Diretta Streaming

Diretta Live Streaming

chiudi
×

Avviso

Non ci sono cétégorie

rifiuti 1024x287Le scriventi Organizzazioni Sindacali (FP CGIL, FIT CISL, UIL TRASPORTI  e FIADEL) chiedono ai Sindaci dei Comuni di :
Atri; Bellante;  Castiglione M.R.;Montorio; Mosciano S.A.; Notaresco; Pineto; Roesto, Tossicia e Silvi il rispetto del contratto di lavoro per i dipendenti dei servizi igienici ambientali.

In particolare i sindacati vogliono evidenziare quanto segue:
Le Aziende vincitrice dei bandi per la raccolta e trasporto dei rifiuti nei vostri territori, da notizie a nostra conoscenza, non applicano il contratto di riferimento che sarebbe FISE-ASSOAMBIENTE, dove sono previste tutele per i lavoratori sia a livello economico sia per quanto riguarda la sicurezza.
Tutto ciò è previsto nell’art.30 comma 4 del dlgs 50/2016 e nell’art. 203 comma 2 lettera p del dlgs 152/2006 che recita “ l’obbligo di applicazione al personale, non dipendente da amministrazioni pubbliche, da parte del gestore integrato dei rifiuti, del contratto collettivo nazionale di lavoro del settore dell’igiene ambientale, stipulato dalle Organizzazioni Sindacali comparativamente piu’ rappresentative, anche in conformità a quanto previsto dalla normativa in materia attualmente vigente”.
Ci siamo chiesti cosa c’entrano le attività di una cooperativa sociale, contratto applicato dalle Aziende nel vostro territorio, con la raccolta e trasporto dei rifiuti.
Si chiede pertanto alle SS.VV. di voler controllare la tipologia contrattuale che le Aziende applicano e se questi rispettano il capitolato d’appalto.
In difetto ci vedremo costretti a denunciare agli organi competenti tutte le inadempienze contrattuali per la mancata attuazione del CCNL di riferimento, conclude la nota ai sindaci.

 

Attualità

Cronaca

Politica

Sanità

Sport

Elezioni